UNA SALA E UN QUADRO PER FRANZO

La Coldiretti commemora il grande dirigente scomparso l'anno scorso a 103 anni

L’intitolazione della sala della sede Coldiretti al primo piano della Casa dell’Agricoltore in piazza Zumaglini, la posa della targa in memoria e l’inaugurazione dell’opera pittorica del pittore Mauro Penzo. Così la Coldiretti interprovinciale ha celebrato venerdì 27 luglio, il ricordo dell’on. Renzo Franzo, fondatore e primo direttore dell’organizzazione agricola sul territorio delle due province, scomparso lo scorso 3 marzo all’età di 103 anni. (LEGGI L’ULTIMA INTERVISTA DI FRANZORenzo Franzo nacque infatti a Palestro il 16 dicembre nel 1914. Cuore della terra del riso, l’elemento che accompagnerà la sua vita, sintesi di un piccolo mondo in cui convergono l’agricoltura, Coldiretti e la sua città, Vercelli. Si è sempre definito “un umanista prestato all’agricoltura”.

Terminata la guerra, Franzo è protagonista della nascita della Coldiretti a Vercelli, chiamato da Paolo Bonomi per organizzarla sul territorio oltre Sesia. Sempre nel 1946 Franzo è candidato all’Assemblea Costituente, ma non viene eletto e sarà secondo degli esclusi: meno di due anni dopo, nel 1948, diventerà invece deputato e riconfermerà il suo ruolo nelle successive legislature, per un totale di cinque ed oltre vent’anni di mandato parlamentare.

Il suo impegno in Coldiretti – di cui sarà presidente per oltre trent’anni – ricalca quello delle grandi battaglie che il sindacato agricolo conduce nel dopoguerra: dall’assistenza medica per i coltivatori diretti. E’ protagonista, tra il territorio e la capitale, di tutte le altre battaglie condotte da Coldiretti, che portano risultati importantissimi per gli agricoltori del territorio: dall’istituzione delle Casse Mutue, che diede ai contadini i benefici assistenziali e sanitari dei lavoratori urbani, per le quali si attivò sul territorio, alla garanzia delle pensioni di anzianità per i colitvatori diretti.

Categorie
Non solo riso
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI