Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

NUOVO TRATTATO TRA INDIA E IRAN

da | 1 Ago 2021 | Internazionale

commercio mondiale riso

Commercio India-Iran: i fattori esterni limitano le prospettive ma il nuovo trattato commerciale è in fase di elaborazione, come riporta The Rice, il rapporto sulla risicoltura mondiale edito da Gaotrade. Un nuovo trattato commerciale bilaterale preferenziale è già stato al centro anche di diversi cicli di negoziati, e aumenterebbe i flussi commerciali India-Iran, diversificando il paniere commerciale andando oltre i beni energetici, e sostenendo i collegamenti commerciali regionali e gli investimenti in infrastrutture di connettività.

I negoziati per un accordo commerciale preferenziale bilaterale India-Iran (Pta) sono in corso (cinque round si sono già tenuti a partire da giugno 2021), con l’obiettivo di diversificare il paniere commerciale bilaterale per includere produzione, servizi e articoli di ingegneria leggera. Il Pta, che dovrebbe concretizzarsi presto, permetterà ai due paesi di tagliare le tariffe sui reciproci prodotti. Poiché l’Iran non è un firmatario dell’Organizzazione Mondiale del Commercio (Wto), non c’è l’obbligo di mantenere le tariffe entro una soglia specifica come prescritto dal Wto.

Le principali esportazioni indiane verso l’Iran includono riso semi/lavorato, tè nero, fertilizzanti, prodotti chimici organici/inorganici/agro, macchinari e strumenti, metalli, ferro e acciaio primario e semilavorato, prodotti chimici farmaceutici e fini, minerali lavorati, filati e tessuti in poliestere e prodotti in gomma.

L‘India soddisfa più di un terzo della domanda iraniana di zucchero e riso. L’Iran ha importato circa 700.000 tonnellate di riso basmati dall’India durante il primo trimestre del 2020, oltre ad altre esportazioni agricole come orzo, semi di sesamo, zucchero di canna e altro. Nell’anno fiscale 2019, il paniere delle esportazioni dell’India verso l’Iran è stato valutato a 3,5 miliardi di dollari e nei primi 10 mesi dell’anno fiscale 2020, questo valore si è attestato a 2,8 miliardi di dollari.

Un totale di 86.367 tonnellate di riso del valore di 78,14 milioni di dollari sono state importate in Iran dall’inizio dell’anno fiscale in corso, dal 21 marzo al 6 luglio, segnando un calo del 70% sia in peso che in valore rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, secondo il vice capo dell’amministrazione doganale della Repubblica Islamica dell’Iran, Mehrdad Jamal Orounaqi.