«NON RIMPIANGEREMO MARTINA»

Ferraris (Copa-Cogeca): il dossier Pma è sparito e sui controlli per il biologico tutto tace
Giuseppe Ferraris

La prima cosa che ti dice è questa: «Il mondo del riso non rimpiangerà il ministro Martina». Giuseppe Ferraris, presidente del gruppo riso del Copa Cogeca, di ritorno da Bruxelles è inferocito. «Non c’è alcuna evidenza che il dossier sui Pma sia stato ufficialmente presentato e che l’Italia abbia chiesto formalmente all’Unione europea di fermare le importazioni dalla Cambogia» dichiara. In breve, Martina avrebbe dichiarato di aver fatto la voce grossa a Bruxelles ma non c’è traccia di un braccio di ferro con la Commissione europea. Anzi, sottolinea Ferraris che ha sollevato il problema all’interno del dialogo civile, «il nostro governo temporeggia anche sull’unica misura che potrebbe adottare e che permetterebbe all’Europa di alleviare le sofferenze della risicoltura, ossia la dichiarazione di stato di crisi del settore risicolo, come è avvenuto per il latte e l’ortofrutta. Il ministro si limita agli annunci ma poi non fa nulla per il riso». Stando alle informazioni raccolte presso la Dg Agri, l’Europa «non crede neanche che il riso sia in crisi, dal momento che le superfici non calano. Sfido io che non calano! Mais e grano stanno peggio ma è una guerra tra poveri e comunque non è facile trasformare risaie in campi di ortofrutta da un anno all’altro, cioè esistono anche dei vincoli legati al suolo e all’equilibrio idrogeologico».

La clausola di salvaguardia, tuttavia, non è l’unico punto su cui Ferraris pressa il governo. Nei mesi scorsi, ha incontrato in audizione il presidente della Commissione Anticontraffazione Mario Catania. «Si stanno muovendo le cose – dichiara – e il falso bio non ha più vita facile: anche Federbio ha chiesto pubblicamente, proprio su Risoitaliano, che l’Ente Risi collabori ai controlli e francamente non capisco perché l’Ente opponga resistenza, sostenendo che serve una legge per scrivere “riso biologico” sulla dichiarazione di produzione. D’altro canto, cosa ancor più grave, proprio su questo punto c’è stata un’interrogazione parlamentare e Martina non si è degnato di rispondere. La filiera fa il suo lavoro per difendere quel che resta della risicoltura ma il Ministero ci volta le spalle» è il commento di Ferraris, che coltiva riso nel Novarese.

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI