MYANMAR ESPORTA ANCHE IN CINA

L'ex Birmania sta negoziando un accordo per un milione di tonnellate

La Birmania sta negoziando un accordo con un governo regionale in Cina per esportare un milione di tonnellate di riso nell’annata 2018-2019. Sein Win Hlaing, presidente dell’Associazione di risicoltori del Myanmar, ha detto che il riso birmano sarà venduto al governo provinciale dello Yunnan. Sono in corso i colloqui per stilare un memorandum of intesa tra il Ministero del Commercio della Birmania e Kunming, capitale dello Yunnan. Secondo il progetto, la Birmania è destinata ad importare attrezzature agricole, elettrodomestici, ferro e acciaio.
Ye Min Aung, segretario generale di MRF, dice che l’accordo imminente sarebbe un vantaggio per l’industria risiera della Birmania. «Per oltre quaranta anni il Myanmar non ha potuto esportare riso. Ma l’anno scorso, siamo riusciti a vendere il nostro riso in Giappone. Ora possiamo esportare legalmente il riso in Cina via acqua» ha affermato. Nel prossimo anno l’associazione spera di facilitare l’esportazione di oltre 3 milioni di tonnellate, al fine di raggiungere 4 milioni di tonnellate in uscita nel periodo 2020-2021.

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI