Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

MERCATO COL TURBO

da | 13 Ott 2021 | NEWS

Sulla piazza di Vercelli si registra un incremento della merce sul mercato, che risulta essere molto attivo. Nuova quotazione per Selenio che esordisce sfiorando i 480 euro/tonnellata, e per Carnaroli e similari che schizzano a 528 euro/tonnellata. Forte è l’interesse dell’industria per tutti i risi che accedono al mercato in questi ultimi giorni, con ottime prospettive a livello qualitativo sui raccolti.

Stabile Sole CL a 365 – 384 euro/tonnellata; Tipo Ribe in rialzo (+19), toccando quota 384 euro/tonnellata; Loto e similari stabili a 365 – 384 euro/tonnellata; in crescita anche Roma e similari (+19) che toccano quota 380 euro/tonnellata; Baldo e similari stabili a 346 – 365 euro/tonnellata; Arborio e Volano, in crescita (+10), raggiungono quota 395 euro/tonnellata. Nuove quotazioni per Balilla, a 365 – 384 euro/tonnellata, per Augusto, anch’esso a 365 – 384 euro/tonnellata, per S. Andrea e similari a 395 – 415 euro/tonnellata; Lungo B ancora stabile a 317 – 336 euro/tonnellata.

Commenta così Vincenzo Antonino, Consulente Tecnico C.A.P. Nord Ovest: «Vi sono degli acquisti dalle industrie ma a prezzi superiori che vengono subito caricati».

Aggiunge il risicoltore Claudio Melano: «Rispetto alla settimana scorsa è arrivata molta più merce sul mercato, che risulta essere molto attivo. I prezzi sono sostanzialmente invariati, a differenza del Lungo A che passa a 40€ come il Centauro e Terra/Omega a 38, Selenio ormai verso i 52€».

Prezzi e trasferimenti

Dall’inizio della campagna sono state trasferite 136.248 tonnellate di risone, il 7% in meno rispetto allo stesso periodo della scorsa campagna. Sui mercati esteri sono in aumento l’India Basmati Traditional (+50 dollari, a 1475 dollari/tonnellata), il Pakistan 25% (+10 dollari, a 375 dollari/tonnellata) e il Vietnam 5% (+5 dollari, a 435 dollari/tonnellata). Ribe a 370 €/tonnellata, Loto a 400 €/tonnellata e Augusto a 400 €/tonnellata, gli Originari a 380 €/tonnellata, il Selenio a 450 €/tonnellata e il Centauro con Balilla a 390 €/tonnellata, i Lunghi B a 350 €/tonnellata, Baldo con suoi similari a 390 €/tonnellata. Si evidenzia una crescita per il Thai 100%B (+3 dollari, a 395 dollari/tonnellata).

I prezzi delle principali materie prime agricole sono aumentati in tutto il mondo a settembre a causa della carenza di offerta e di una domanda globale sostenuta per alcune materie prime.

Per quanto riguarda il settore risicolo, crescono i sottoprodotti eccetto la lolla, ed entrano in quotazione nuove voci: Carnaroli e similari, Augusto e Sole. Invariati i risi lavorati. I prezzi del risone, in termini assoluti, risultano superiori a quelli raggiunti un anno fa e si prevedono ulteriori aumenti. Autore: Milena Zarbà

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

* Campo obbligatorio