«MANCHERÀ CARNAROLI»

L'opinione di Eugenio Gentinetta sulla campagna 2017/2018 alla luce delle notizie sulle prenotazioni del seme

Eugenio Gentinetta, noto breeder e papà del Cammeo, commenta l’andamento dei mercati  e fornisce le sue previsioni sulla campagna 2017/2018: «Oggi esaminiamo i dati di trasferimento di risone relativi ai risi per il mercato interno con particolare riferimento ai gruppi merceologici Carnaroli, Arborio e Baldo con i relativi cosidetti similari. Come fonte dei dati si sono utilizzate le statistiche ufficiali dell’Ente Nazionale Risi.

Rispetto alle campagne precedenti si assiste ad una maggior produzione globale di circa 200.000 t dei risoni per il mercato interno realizzati nelle campagne 2016/2017 e 2017/2018 rispetto alle precedenti 2014/2015 e 2015/2016. Ciò è dovuto ad una maggior superficie coltivata, alle condizioni climatiche favorevoli e all’impiego di varietà più produttive e al trasferimento della produzione dal segmento LB ai risoni per il mercato interno.

Gli elevati prezzi di mercato per le varietà da interno raggiunti nelle campagne 2014/2015 e 2015/2016 hanno spinto gli agricoltori verso questo segmento di mercato nella speranza di realizzare buoni risultati economici. Così la produzione è passata da circa 370.000 t a 500.000 t nelle ultime due campagne.

Un risultato molto interessante che ha messo a disposizione dell’industria prodotti di elevata qualità, rese alte, granelli uniformi grazie all’andamento stagionale favorevole, all’assenza di diffusi attacchi di brusone e che grazie ai prezzi bassi ha raggiunto e conquistato mercati nuovi. A pari data i trasferimenti di risone hanno superato per l’annata in corso di circa 30.000 t gli anni precedenti.

Queste produzioni elevate associate alla rimanenza di 22.340 t di Carnaroli, 15.760 t di Arborio/Volano e di 4.124 t di Baldo hanno saturato il mercato con la conseguente perdita di valore di questi risi.

Relativamente alle quotazioni correnti ci siamo posti qualche domanda e abbiamo fatto le analisi di tendenza di questi tre gruppi merceologici.

Gruppo Baldo Cammeo. Le richieste del mercato Turco sono state anticipate rispetto alle annate passate a causa della minore produzione globale di Cammeo in Turchia e sulla base delle nostre informazioni anche per il corrente anno le superfici investite rimarranno stabili.

Sulla base della disponibilità e delle vendite settimanali (circa 8.000 t mese) si prevede che entro la metà del mese di maggio il risone sarà esaurito.

Gruppo Arborio/Volano. Le ingenti vendite per circa 10.500 t mensili porteranno ad esaurire il prodotto entro la metà di settembre.

Gruppo Carnaroli. Il risone di questo gruppo merceologico viene trasferito per circa 10.600 t /mese diventando il principale prodotto commercializzato a tutto beneficio della diffusione del riso di qualità italiano. L’analisi di tendenza porta ad un esaurimento del prodotto a fine ottobre.

Discussione dei dati

Gruppo Baldo/Cammeo. Le previsioni per la annata agraria 2018/2019 sono influenzate dalla disponibilità di riso da seme che da tempo risulta esaurito. Le superfici avranno un modesto incremento a fronte di richieste importanti di export. Da più parti si segnalano informazioni non corrette.

Gruppo Arborio/Volano. Le produzioni coprono le richieste di mercato e si aspetta un esaurimento di prodotto per l’inizio della prossima campagna.

Gruppo Carnaroli. Ci sarà un piccolo riporto per l’inizio della prossima campagna mentre si registra una prenotazione di riso da seme che è circa il 35% per il Carnaroli e del 40 % delle varietà similari. Questo dato deve fare preoccupare seriamente il settore ed è giustificato dai prezzi che non coprono i costi di produzione e che sulla base delle analisi di mercato non sono per nulla giustificati. Se non si inverte la dinamica dei prezzi pochi agricoltori investiranno su questo segmento. Ad oggi si prevede che non si supereranno i 10.000 Ha, che potranno creare una seria perdita di mercati che oggi privilegiano consumare Carnaroli.

Le analisi di tendenza sono calcolate con un algoritmo basato sulla media delle vendite settimanali.

Fig. 1. Baldo Cammeo

Fonte dati Ente Nazionale Risi. Le importanti richieste per l’esportazione e l’impiego per la parboilizzazione di fascia alta determineranno l’esaurimento della disponibilità entro la fine di Maggio.

Fig. 2. Arborio e Volano

Fonte dati Ente Nazionale Risi. Il gruppo Arborio che identifica notoriamente il riso italiano per risotti con una disponibilità iniziale di 130.000 t è in grado di coprire i fabbisogni dell’industria per la corrente campagna che presumibilmente esaurirà le scorte entro la fine di settembre.

Fig. 3. Carnaroli e similari

Fonte dati Ente Nazionale Risi. Le varietà di questo gruppo che verranno commercializzate con la denominazione Carnaroli sono in grado di coprire le richieste del mercato fino al termine della campagna. Si prevede sulla base delle elevate richieste settimanali che le scorte si esauriranno entro la metà di Novembre».

Autore: Eugenio Gentinetta

 

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI