I PUNTI DEBOLI DEL RISO VIETNAMITA

Un'analisi su struttura produttiva ed esportazioni

La produzione di riso del Vietnam sta incontrando difficoltà a causa di due strozzature alle estremità della catena produttiva, portando ad un calo della quota di mercato. Secondo L’Istituto di politica e strategia per l’agricoltura e lo sviluppo rurale (Ipsard), il primo collo di bottiglia è legato all’offerta. Due terzi del surplus di riso sono nelle mani del 20 per cento delle aziende agricole di maggiori dimensioni:  produttori con una superficie media coltivata di 2,74 ettari.

Di 9 milioni di famiglie che crescono il riso, la produttività delle 300 mila famiglie più grandi  rappresenta la gran parte delle esportazioni di riso. Il “rigonfiamento” della catena del valore del riso è nella trasformazione. Mentre la coltivazione del riso dipende da una serie di grandi famiglie, la lavorazione viene effettuata in oltre 300.000 riserie, la maggior parte di piccole dimensioni. In Tailandia ci sono invece soltanto un migliaio di riserie, con dimensioni più grandi. 

Il secondo collo di bottiglia si trova alla fine della catena e riguarda le esportazioni. Ci sono solo circa 100 esportatori e solo 22 esportatori hanno licenze per vendere riso in Cina.
Una relazione del Ministero dell’agricoltura e dello sviluppo rurale (FARD) mostra che le esportazioni di riso nel Vietnam nel 2016 sono diminuite del 27 per cento in quantità e del 23 per cento in valore rispetto al 2015, il livello più basso di 8 anni. Anche le esportazioni di riso in Cina, il più grande mercato esportatore del Vietnam, sono diminuite. Le esportazioni verso mercati scelti, tra cui l’UE, il Medio Oriente e il Sub-Sahara, rappresentano soltanto circa il 2% delle esportazioni totali.

Secondo Sergio Araujo della Fao, con sede a Roma, le sfide per il Vietnam riguardano il fatto che la produzione deve passare dal riso a basso costo alle varietà di fascia alta, allo scopo di distinguere tra il cereale generico e il riso del Vietnam da quello di altri paesi.
Infatti, la concorrenza nel segmento del mercato dei riso di alto livello è molto fortr. La Thailandia ha aumentato i propri standard per il riso di alto livello e ha istituito un istituto di ricerca per aumentare il valore aggiunto nel settore risicolo. L’India si concentra sul miglioramento degli standard tecnici per il riso basmati e si impegna ad aumentare la produzione di riso biologico. Inoltre la domanda di riso è in diminuzione in quanto i consumatori puntano su prodotti più ricchi di proteine ​​come carne, frutti di mare, uova e latte.
Nel frattempo, secondo Pham Kim Dung di Ipsard, i tradizionali mercati del Vietnam stanno ora applicando le misure necessarie per garantire una maggiore sicurezza alimentare.
Tuttavia, il prezzo del riso sta ancora aumentando nel breve periodo a causa della maggiore richiesta di stoccaggio del riso per creare scorte alimentari. La Malaysia ha deciso di aumentare il volume d’importazione a 950.000 tonnellate. Il Bangladesh ha annunciato l’importazione di 600.000 tonnellate, considerando l’offerta dal Vietnam.

Categorie
InternazionaleUncategorized
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI