Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

ECCO COME RALLENTARE LE RESISTENZE

da | 1 Nov 2018 | Tecnica

resistenze

In occasione delle recenti giornate fitopatologiche, che si sono tenute presso il Grand Hotel Excelsior di Chianciano Terme, Maurizio Sattin, dell’IBAF CNR Legnaro (PD), ha portato, durante la seconda giornata, uno studio sulle resistenze agli erbicidi in Italia. La situazione attuale presenta 40 biotipi resistenti che coinvolgono 25 specie infestanti, prevalentemente monocotiledoni di cui 11 Poaceae. Tra queste è di interesse risicolo Echinochloa spp., di cui l’esperto parla ampiamente riportando il numero cumulato di popolazioni resistenti e la loro distribuzione, e Cyperus Esculentus R, solamente citato in chiusura. I consigli di Sattin per il rallentamento dell’evoluzione della resistenza sono di effettuare rotazioni e semina in asciutta, condizione in cui si trovano soprattutto giavoni rossi (E. crus-galli) e flora meno portata ad evolvere popolazioni resistenti. Sattin è anche l’anima del Gruppo Italiano Resistenze (Gire) che ha pubblicato le linee guida per fronteggiare il fenomeno delle resistenze, anche quelle che affliggono la risicoltura. Autore: Ezio Bosso

Scarica il dossier resistenze dal nostro sito!

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio