DIVIETO DI BRUCIARE LE PAGLIE

Il Piemonte e la Lombardia vietano la pratica dal primo ottobre al 31 marzo

La Regione Piemonte con la DGR del 20/10/2017 n. 42-5805 ha posto il divieto alla combustione di residui vegetali (es. paglie di riso) dal 1° ottobre al 31 marzo dell’anno successivo.  Idem in Lombardia. La Delibera piemontese dà attuazione all’accordo di programma sottoscritto tra le Regioni del Bacino Padano (Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto) finalizzato al miglioramento della qualità dell’aria, anche a seguito della Direttiva 2008/50/CE. Tra le strategie di intervento in materia di lotta all’inquinamento atmosferico vi sono delle misure strutturali e addizionali di risanamento nell’ambito del processo avviato per il raggiungimento dei valori limite di qualità dell’aria. Misure che riguardano la limitazione della circolazione delle autovetture nei Comuni a rischio, la combustione di biomasse legnose per il riscaldamento, il divieto di spandimento dei reflui zootecnici e, in ultimo, è compreso anche il divieto combustione all’aperto del materiale vegetale nel periodo compreso tra il 1° ottobre e il 31 marzo dell’anno successivo. Una legge regionale recente sposta il termine al 1 novembre ma si attende ancora la comunicazione dell’assessorato ambiente perché, a detta della Provincia di Vercelli, la norma non è chiara.

Dal prossimo 1° ottobre e fino al 31 marzo 2019 scatta anche in Lombardia, come detto, il divieto di bruciatura delle ramaglie nei Comuni posti a quota inferiore a 300 m. Regione Lombardia, in ragione della particolare criticità del territorio regionale relativa alle concentrazioni di particolato atmosferico PM10, ha ritenuto di vietare in tale periodo di ogni anno la combustione dei piccoli cumuli di residui vegetali altrimenti consentita dalla norma nazionale. Si considera  pratica agricola «il raggruppamento e l’abbruciamento di piccoli cumuli di residui vegetali in quantità giornaliere non superiori a tre metri steri per ettaro effettuata nel luogo di produzione».

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI