DENUNCIA DEL RACCOLTO

Se coltivate riso, entro il 10 novembre dovete comunicare il quantitativo di risone raccolto
raccolto risone

Se coltivate riso, entro il 10 novembre dovete comunicare il quantitativo di risone raccolto.
A precisarlo con una nota sul proprio sito internet è l’Ente nazionale risi, ricordando che a seguito della pubblicazione del D.M. 18 luglio 2018, entrato in vigore il 6 settembre 2018, tutti i produttori di risone biologico sono obbligati a dichiarare le produzioni distinte tra convenzionali, biologiche e in conversione ad agricoltura biologica, nonché il proprio Organismo di Controllo.

Perché fare la denuncia del raccolto

La denuncia di produzione deve essere sempre presentata anche con produzione pari a zero. La presentazione della denuncia di produzione dopo il 10 novembre comporterà l’esclusione dall’Albo dei risicoltori che hanno aderito al sistema di tracciabilità varietale del riso “classico” e, conseguentemente, verrà tolta d’ufficio l’indicazione “classico” a tutte le varietà dichiarate come tali.

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram, TwitterLinkedin 

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI