DAGHETTA: CHIUDERE PAVIA E’ UN REGALO A BORSA TELEMATICA

FacebookLinkedinTwitterWhatsAppPrintEmailUna scelta sbagliata e prematura che rischia di penalizzare ancora di più i già difficili scambi del mercato agricolo locale. Così il presidente della Confederazione italiana agricoltori, Giovanni Daghetta...

daghettaUna scelta sbagliata e prematura che rischia di penalizzare ancora di più i già difficili scambi del mercato agricolo locale. Così il presidente della Confederazione italiana agricoltori, Giovanni Daghetta (nella foto piccola e, in alto, a destra, con il presidente dell’Airi Francese), commenta la notizia della chiusura della Borsa Merci di Pavia. La decisione è stata presa nei giorni scorsi dalla Giunta della Camera di Commercio pavese, che ha scelto di mantenere mantenere Mortara come unica sala di contrattazione del riso. Alla base della scelta ci sarebbero ragioni di spending review. Così la cupola Arnaboldi, da più di un secolo centro di contrattazione  commerciale degli agricoltori pavesi, per la definizione del prezzo del  riso e degli altri cereali, cesserà le sue funzioni. Il progetto – dicono in Cia – è spalleggiato da alcune associazioni di categoria che vorrebbero sostituire in toto le borse merci che quotano il riso e  passare armi e bagagli a Borsa merci telematica. Di più non si dice, ma l’allusione all’Airi è chiara. E Giovanni Giovanni Daghetta, risicoltore pavese e presidente di Cia Lombardia, non ci sta. «Ritengo che la perdita di questo servizio sia grave», – commenta -. La Borsa merci di Pavia è l’unica che tratta le varietà di riso da  mercato interno. Mortara, Vercelli e Novara trattano soprattutto riso da  esportazione. Milano è invece incentrata sul riso bianco da ingrosso.  Penso anche che il passaggio di tutti i servizi  a Borsa telematica italiana, anche se può rappresentare il futuro, sia  per il momento prematuro. La storica sede della cupola Arnaboldi non è solo il luogo di determinazione dei prezzi utili alla  compilazione dei listini, ma è anche una “piazza” in cui il contatto  effettivo tra gli operatori e lo scambio di informazioni, favorisce le  contrattazioni, evitando speculazioni». (10.11.2015)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI