ACQUE PIÙ PULITE IN PIEMONTE

Il professor Ferrero ha analizzato la situazione dell'inquinamento delle risorse idriche nelle regioni del riso

Durante le recenti Giornate Fitopatologiche, il professor Aldo Ferrero (DISAFA Università di Torino), rifacendosi ai rapporti ISPRA del periodo 2003-2014, ha illustrato la situazione dell’inquinamento delle acque superficiali e sotterranee e, dopo un’analisi approfondita, è giunto alle conclusioni che, circa il territorio nazionale, si verifica un miglioramento nella densità della rete di monitoraggio e, dal 2008, una sostanziale stabilità dello stato di contaminazione delle acque superficiali e un dimezzamento dei casi nelle acque sotterranee. Su scala regionale, invece, si parla di un miglioramento in Piemonte su entrambi i fronti, di una stabilità nelle acque superficiali di Lombardia ed Emilia Romagna e in quelle sotterranee di Lombardia e Veneto e di un peggioramento leggero delle acque superficiali venete e di quelle sotterranee dell’Emilia Romagna. Autore: Ezio Bosso

Categorie
Tecnica
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI