«SUBITO LA CLAUSOLA CONTRO MYANMAR»

Il presidente dell'Ente Risi Paolo Carrà lancia l'allarme: il lavorato birmano non paga dazi

L’Ente Risi lancia l’allarme in Europa: dopo la Cambogia è il riso di Myanmar a invadere l’Europa. Migliaia di tonnellate di riso japonica lavorato, che non paga dazio, si riversano nei supermercati europei e fanno concorrenza al riso da risotto, in cui siamo leader produttivi. Ne ha parlato l’ultimo Cda dell’Ente Risi: nel mese di aprile 2019 sono entrate 11.261 tonnellate di lavorato japonica e in maggio circa 18.000, portando il dato totale della presente campagna (settembre 2018 – maggio 2019) a 52.076 tonnellate, con un incremento di 31.167 tonnellate (+149%) su base annua. «Poiché il riso di tipo Japonica non è interessato dall’applicazione della clausola di salvaguardia, le importazioni di riso Japonica avvengono senza il pagamento del dazio e arrecano un danno alla coltivazione del riso europeo in quanto tale tipologia rappresenta il 75% della produzione totale di riso nell’Ue: proprio per questo, esistono le condizioni perché la Commissione europea adotti la clausola di salvaguardia sul riso japonica lavorato d’importazione» dice l’Ente Risi. E il suo presidente Paolo Carrà intima a Bruxelles di fare in fretta: «Non intendiamo attendere anni, com’è avvenuto per la Cambogia, anche perché i prezzi dei risoni sono depressi e i risicoltori si stanno impoverendo. (Hai pensato a difenderti dal brusone?) La Commissione europea può e deve agire tempestivamente, anche senza la necessità di una domanda da parte di uno Stato Membro perché è minacciata una produzione tipica europea, qual è il riso japonica. Bruxelles deve aprire un’inchiesta al fine di accertare le condizioni per il ripristino dei normali dazi della tariffa doganale comune anche per questo riso; contemporaneamente, dovrebbe effettuare controlli sistematici presso i porti in cui avviene lo sbarco di questo prodotto così da verificare se queste importazioni non siano in realtà riferibili a riso di tipo Indica ma dichiarate come riso Japonica all’unico scopo di aggirare la clausola di salvaguardia». Autore: Luciano Pellegrini

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI