QUANTA COCA C’E’ NEL RISO IMPORTATO?

Maxisequestro rivela che dalla Guyana il riso viaggia senza controlli sulle droghe

Cocaina nel riso. Nei giorni scorsi, è avvenuto un maxisequestro di droga. Anzi, si tratta di una delle più grandi quantità di droga mai sequestrate ad Amburgo. Coca per trecento milioni di euro L’enorme scorta era nascosta tra i sacchi di riso nei container di una nave diretti in Polonia. La polizia ha rinvenuto 47 grandi pacchi nascosti tra i sacchi di riso e all’interno, contenenti un totale di 1.277 piccoli pacchi con cocaina. I pacchi avevano tutti vari simboli, tra cui il volto di un gatto, il gallo gallico e i simboli del semaforo rosso e verde indicati sui segnali pedonali in Germania. Interpellato cinque giorni dopo il ritrovamento, il Guyana Rice Development Board (GRDB) ha dichiarato di non controllare mai la presenza di droga e anzi di essere piuttosto sorpreso che lo si pretenda: in pratica, nessuno controlla mai il contenuto dei container che lasciano la Guyana. Normalmente, una ispezione casuale di campioni di riso viene effettuata al mulino e al punto di carico sul container al molo, al fine di accertare la qualità del riso. I registri della GRDB mostrano che il riso proviene da una riseria di Berbice. La GRDB ha detto che ci sono volute ore per caricare il riso sui container da parte di alcuni operai. Come di consueto, la fumigazione è stata fatta dopo che il container è stato completamente caricato, in presenza di un funzionario dell’Organizzazione Nazionale per la Protezione delle Piante (NPPO). La GRDB ha aggiunto che i container sono stati poi bloccati dal rappresentante dei caricatori e tutti i sigilli sono stati apposti sui container dal rappresentante del caricatore. I numeri di serie sono stati poi registrati dall’ufficiale del GRDB. GRDB non ha indicato quale compagnia di navigazione è stata utilizzata, ma ha notato che il container ha lasciato la Guyana il 26 maggio 2020 sulla MV Asistic Wind. Quattro giorni prima della partenza, i container sono stati scannerizzati dalle autorità doganali il 21-22 maggio 2020 prima di essere caricati sulla nave. La nave è poi arrivata a Caucedo, Repubblica Dominicana, il 7 giugno 2020 ed è stata scaricata lo stesso giorno. I container sono stati poi caricati su una nave – CMA CGM Jean Gabriel – il 13 giugno 2020 e successivamente sono partiti dalla Repubblica Dominicana lo stesso giorno e sono arrivati ad Amburgo, in Germania, il 27 giugno 2020 e sono stati scaricati il giorno successivo. «L’ufficiale in servizio il giorno del confezionamento del riso ha confermato che sono state seguite tutte le procedure operative standard della GRDB. I contenitori sono stati ispezionati e i controlli sono stati effettuati in conformità con le procedure operative», ha dichiarato GRDB. La spedizione delle 300 tonnellate di riso era destinata alla polacca FHU Konpack. Fonte: https://newsroom.gy/2020/08/14/grdb-says-not-responsible-for-huge-cocaine-bust-in-germany/

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI