Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

PIOVE E SCHIZZA LA DOMANDA

da | 5 Ott 2021 | NEWS

Proseguono lentamente i raccolti e resta bassa l’offerta di prodotto, a fronte di una forte richiesta per tutte le varietà. Sulla Borsa Merci di Novara tensione sui Lunghi A da parboiled e sui Tondi generici, dovuta in modo particolare alla diminuzione della superficie seminata nel 2021 ed al rallentamento del raccolto.

Il Selenio si attesta a quota 450 euro/tonnellata, il Centauro a 380 euro/tonnellata (+10), Sole CL 390 euro/tonnellata (+20). I Lunghi A, Luna CL in testa, raggiungono quota 360 euro/tonnellata (+10). Quotazioni di nuovo attive per Arborio e Volano, attestantesi a 365-385 euro/tonnellata.

Prime quotazioni anche per il Lungo B, a 315-335 euro/tonnellata: per il Lungo B l’ultima quotazione di fine giugno era di 370-380 euro/tonnellata.

I dati sui raccolti sono, allo stato attuale, ancora insufficienti per fornire indicazioni obiettive sul gruppo dei Medi, Tipo Ribe e S. Andrea. Carnaroli risulta fermo, con poca merce offerta. Cammeo persiste invece stabile sulla scorta dell’immobilità del mercato turco, come accade per l’Indica, a prezzi invariati con richiesta costante.

Si evidenzia un forte interesse dell’industria verso tutti i risi che si presentano sul mercato e la qualità del prodotto sembra essere mediamente discreta.

Prezzi risone

In termini di prezzi, questi si modulano sulla base delle esigenze delle industrie e i contratti di coltivazione individuati nei mesi di febbraio e marzo serviranno inizialmente come base per le quantità non a contratto.
I prezzi del risone, in termini assoluti, risultano superiori a quelli raggiunti un anno fa e si prevedono ulteriori aumenti. I risicoltori aspettano trattative, alcuni hanno stipulato contratti.

Commenta così il mediatore Adelio Grassi: «È un’annata in cui le operazioni di raccolta proseguono molto lentamente e questo comporta un’offerta di prodotti inferiore alle previsioni. Ne consegue una domanda di risone superiore all’offerta, con tendenza all’aumento dei prezzi. Al mercato odierno di Novara sono state quotate solo le varietà Lungo B a 35 € ivato e le varietà Volano / CL388 a 40 euro ivato. Tensione sui Lunghi A da parboiled e sui Tondi generici, in particolare sul Selenio».

Aggiunge il risicoltore Claudio Melano: «Questa avrebbe dovuto essere una settimana con grande afflusso di merce sul mercato ma le condizioni meteorologiche avverse fanno sì che tutto il riso offerto venga ben assorbito dall’industria. Ne consegue che l’Indica è venduto a 35€, Terra e Omega 37/38, Centauro 38, Sole 40 e Selenio 50(data la disponibilità insufficiente). I lunghi A da 35 a 37 in base ai pagamenti. Roma 40, Barone 38, S Andrea 40. Carnaroli 55 e similari 50. Mercato più difficile per il gruppo Arborio Volano 388 quotati 40/42. Così come Cammeo 38 dovuto, al momento, all’assenza del mercato turco».

I trasferimenti ammontano a 89.068 tonnellate, in diminuzione del 15% se comparati a quelli della scorsa campagna. Sui mercati esteri: Ribe a 360 €/tonnellata, Loto a 370 €/tonnellata e Augusto a 380 €/tonnellata, gli Originari a 380 €/tonnellata, il Selenio a 550 €/tonnellata e il Centauro con Balilla a 380 €/tonnellata, i Lunghi B a 350 €/tonnellata, Baldo con suoi similari a 380 €/tonnellata. Si evidenzia una crescita per il Vietnam 5% (+10 dollari, a 430 dollari/tonnellata) e per il Thai 100%B (+3 dollari, a 395 dollari/tonnellata). Cala invece l’India 5% (-15 dollari, a 365 dollari/tonnellata).

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

* Campo obbligatorio