OXADIAZON NEL MIRINO DELLA LOMBARDIA

La Regione impone limiti severi a chi utilizza questa sostanza attiva. Vincoli anche per glifosate e terbutilazina

regionelombLa Regione Lombardia conferma la linea dura sull’oxadiazon. Già in occasione delle semine di riso 2016 la Regione aveva indicato alcune “misure di mitigazione” al fine di ridurre i rischi derivanti dall’utilizzo di alcuni prodotti fitosanitari. A partire dal prossimo 1 gennaio, verranno introdotte misure ancora più restrittive sull’utilizzo di tre sostanze attive, insistendo sulla riduzione dei fenomeni di deriva del 30% in caso di utilizzo di prodotti contenenti l’oxadiazon (e non solo). Vediamo nel dettaglio le informazioni diffuse da Confagricoltura Milano.

Terbutilazina:

– in pre-emergenza: è ammesso l’utilizzo di tale sostanza attiva sul 70% della SAU aziendale A MAIS; in alternativa può essere effettuato un diserbo localizzato durante la semina.; in tal caso la fascia trattata potrà essere al massimo 50% dell’interfila.
– in post-emergenza: se si utilizza un prodotto contenente terbutilazina i fenomeni di deriva dovranno essere ridotti del 30%.

Glifosate:

è ammesso l’utilizzo di tale sostanza attiva sul 70% della SAU aziendale; sono escluse solo le aziende che aderiscono a programmi ufficialmente riconosciuti di agricoltura conservativa.

Oxadiazon:

nelle risaie condotte con la tecnica della semina interrata a file e con irrigazione turnata è ammesso l’utilizzo di tale sostanza attiva sul 70% della SAU aziendale a riso; in tutte le tipologie di risaia l’utilizzo della sostanza attiva Oxadiazon è ammesso solo con tecniche che prevedono la riduzione della deriva di almeno 30%.

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI