UNA “MANCIA” DA 435 MILIONI DI EURO

L'Europa distribuisce la riserva per la crisi non utilizzata agli agricoltori che percepiscono pagamenti diretti
soldiGli agricoltori europei che beneficiano dei pagamenti diretti riceveranno a partire dal 1 dicembre un contributo ulteriore pari a 435 milioni di euro: si tratta della riserva per la crisi non utilizzata (LEGGI LA NOTIZIA DIFFUSA DALLA COMMISSIONE EUROPEA). Come concordato nella riforma della PAC del 2013, una quantità rilevante del fondo viene accantonato ogni anno dai pagamenti diretti degli agricoltori, per creare una riserva annua che possa compensare i redditi durante i periodi di crisi. Può essere utilizzato nei periodi in cui il bilancio annuale non è sufficiente a finanziare il fabbisogno per le misure di sostegno del mercato, come l’intervento pubblico e ammasso privato, e misure eccezionali in situazioni di crisi. Se non viene utilizzato entro la fine dell’anno, questa riserva ritorna agli agricoltori. Dal settembre 2015, la Commissione ha fornito oltre 1 miliardo di euro in più a sostegno finanziario al settore agricolo di fronte a situazioni di mercato particolarmente difficili. Tuttavia, è stato deciso dalla Commissione e  dai legislatori di finanziare questo supporto senza toccare la riserva di crisi in modo da non influenzare i pagamenti diretti ricevuti dagli agricoltori. Le misure supplementari adottate, come l’estensione delle misure di mercato esistenti e la distribuzione delle dotazioni nazionali sono stati finanziati dalla disponibilità di bilancio esistenti nel 2016, mentre l’ultimo pacchetto di solidarietà a partire da luglio 2016 per gli altri settori dell’allevamento lattiero-caseario e sarà finanziato dal bilancio 2017. «Il 2016 – ha dichiarato il commissario Phil Hogan – è stato un anno difficile per molti agricoltori e un certo numero di settori di mercato, in particolare, sono lieto che la Commissione sia stata in grado di rispondere con una serie di misure aggiuntive, senza dover attivare questo fondo. Questo significa che siamo stati in grado di reagire, senza ridurre il sostegno al reddito UE al settore agricolo». L’accantonamento riguarda solo gli importi superiori a 2mila euro, e per ora, a partire dal 2013, la riserva di crisi non è mai stata utilizzata. Questa redistribuzione non si applica  a Bulgaria, Croazia e Romania nell’esercizio di bilancio 2016 in quanto gli importi dei pagamenti diretti non sono stati ancora pienamente definiti in in questi Stati membri. Ora si tratterà di capire quale sarà l’importo attribuito alla risicoltura italiana.
Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI