MYANMAR VUOLE ESPORTARE DI PIÙ

I piani dell'ex Birmania sul riso, che ha fruttato finora oltre un miliardo di dollari

Il Myanmar ha guadagnato oltre 1,11 miliardi di dollari dalle esportazioni di 3,5 milioni di tonnellate di riso e rotture in 57 paesi: il dato si riferisce all’aggiornamento alla terza settimana di marzo 2018. Quasi la metà del riso e le rotture vengono esportate via mare, secondo la Myanmar Rice Federation (Mrf). L’anno scorso, il commercio via terra rappresentava il 70% del totale delle esportazioni e il commercio marittimo il 30%. Grazie al recente ampliamento del mercato, l’esportazione via mare è salita al 48%. La Mrf stima che le esportazioni nei prossimi tre anni possano raggiungere quota 1,5 miliardi di dollari , pari a circa quattro milioni di tonnellate. I canali commerciali sono stati ormai aperti per poter raggiungere 62 paesi, afferma il Ministero del Commercio.
 Ye Min Aung, segretario generale dell’MRF, ha dichiarato: «Grazie ai nuovi mercati, il paese ha buone prospettive per esportare il riso nei prossimi anni». Nel 1956, 1957, 1959 e 1960, Myanmar era riuscito a vendere all’estero un milione di tonnellate di riso, il più alto volume di esportazione mai raggiunto finora.

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI