LA RIVOLUZIONE DEL BUONO ELETTRONICO

Il presidente dell'Ente Risi Paolo Carrà illustra il nuovo sistema di emissione
Una seduta della Borsa risi di Vercelli prima dell'emergenza

carràpL’Ente Risi sta modificando profondamente il sistema di emissione dei buoni. Il presidente Paolo Carrà (foto piccola) ci illustra le novità in quest’intervista.

Presidente Carrà, sul mercato si sente dire che il sistema dei buoni cambierà. Cosa c’è di vero?

Lo scorso anno abbiamo deciso di apportare alcune modifiche al sistema di emissione dei buoni. Tale decisione derivava da una esigenza di alleggerire il carico di lavoro sia per l’Ente sia per gli operatori. Grazie alla collaborazione di alcune riserie che sono state disponibili a testare il nuovo software e a darci preziosi suggerimenti, da quest’anno è operativo il nuovo sistema denominato Buono Elettronico che gradualmente sostituirà gli altri, con alcune eccezioni.

Qual è la procedura attuale e in quali parti sarà modificata?

Attualmente esistono due possibilità di emissione dei buoni: direttamente presso il Centro Operativo di Vercelli o sono le ditte stesse che lo stampano presso i loro uffici. In entrambi i casi la stampa avviene su un modello prestampato che necessita di una stampante ad aghi. Gli operatori, attraverso il portale internet dedicato, potranno produrre il Buono Elettronico in formato PDF che stamperanno su carta A4 con una normale stampante. La vera innovazione consiste nel fatto che la procedura della quadratura dei buoni sarà operata direttamente dalle riserie e si semplificherà notevolmente. Infatti i dati per tale operazione confluiranno automaticamente al nostro Centro Operativo senza la necessità di consegnare le copie cartacee ai nostri uffici. Cosi facendo il sistema informerà automaticamente tutti gli attori del buono, tramite un documento ufficiale, dell’ammontare dell’utilizzo del buono stesso.

Prima di chiedeva il buono e poi si pagava il diritto, ora si fa il contrario: cambierà qualcosa?

Circa l’esazione del diritto di contratto, questo viene oggi versato in via provvisoria al momento della richiesta del buono. Poi può succedere che se la riseria non restituisce tempestivamente i buoni utilizzati tardando così la quadratura ci si possa trovare in condizioni di credito o debito nei confronti di Ente Risi. Con il Buono Elettronico i tempi della quadratura si azzereranno e stiamo pensando di introdurre un nuovo sistema per il versamento del diritto di contratto che potremmo definire “fast pay”, nell’ottica di una maggiore semplificazione ed efficienza.

Cosa resterà della compilazione manuale introdotta di recente?

Oggi la compilazione manuale è limitata a scrivere la cifra di carico al peso pubblico. Quello che cambia è il complesso lavoro di inserimento dei dati per la quadratura dei buoni compiuta sulla base dei documenti cartacei restituiti dalle riserie al nostro Centro, che richiede tempo e personale.

Il vantaggio di quest’innovazione può essere quantificato?

Per l’Ente, una riduzione del numero di addetti; per le riserie, significa eliminare in modo definitivo la movimentazione dei modelli cartacei da e verso l’Ente e la possibilità di eliminare l’archivio cartaceo utilizzando l’archiviazione dei documenti elettronici. Per le aziende interessate, sarà anche possibile integrare completamente nei loro sistemi informatici le fasi di richiesta e quadratura.

Che risultati ha dato la sperimentazione?

Attualmente sono circa 20 le aziende che già utilizzano il nuovo sistema di Buono Elettronico ed altre 8 hanno chiesto di poterlo utilizzare. Ad oggi il nuovo sistema è apprezzato da chi lo sta impiegando ma siamo comunque disponibili ad ulteriori suggerimenti per un ulteriore miglioramento del servizio. (02.04.2016)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI