Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

LA RISAIA SVIZZERA SI ALLARGA

da | 12 Nov 2019 | Non solo riso

La Svizzera ci ha preso gusto: dopo l’azienda agricola che ormai da 20 anni coltiva riso nel canton Ticino, adesso tocca alla Svizzera francese, che intende sfruttare l’innalzamento delle temperature derivante dai cambiamenti climatici. Lo racconta un servizio della Tv elvetica, che spiega che il riso è stato coltivato per la prima volta nel 2019 anche in un’altra zona della Confederazione. Una produzione resa possibile dai cambiamenti climatici, e che ha portato al primo raccolto. Il campo di 3000 metri quadrati si trova vicino al Canal de la Broye, nel Canton Friburgo. «Penso sia stato un successo – afferma  Leandre Guillod, novello risicoltore. Una delle grandi sfide – racconta – è stata l’estirpazione di una pianta infestante: abbiamo dovuto strappare tutto a mano».

Si tratta, per ora, di un progetto pilota: l’istituto di ricerca agronomica Agroscope sta esaminando diverse varietà del cereale per capire quale si adatta meglio al clima della regione. A futuro vantaggio dell’offerta agricola ma anche della biodiversità. «È incredibile quanta vita ci sia all’interno delle risaie – spiega la capo-progetto di Agroscope Katja Jacot -. Si è creato uno spazio vitale umido, che non si trova più così spesso sull’Altipiano svizzero». Il riso, a nord delle Alpi, sarà dunque coltivato anche l’anno prossimo. Pur rimanendo un prodotto di nicchia. Vedi il servizio televisivo.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio