LA LOMBARDIA RIVUOLE I SOLDI DELLA DOMANDA UNICA

Alcune aziende hanno ricevuto il premio due volte e in questi giorni l'Opr lombardo sta provvedendo a recuperare le somme

L’Organismo pagatore della Lombardia sta provvedendo in questi giorni a recuperare complessivamente circa 200 000 euro relativi alla domanda unica 2015 ed alla domanda unica 2016, provvedendo a comunicare alle aziende coinvolte l’ammontare del recupero tramite pec. Il recupero è dovuto a causa dell’errata sovrapposizione tra mappali catastali contigui, non riscontrata dal sistema GIS all’epoca delle domande, denominata “overlapping”; in alcune situazioni, a causa di ciò la stessa superficie, individuata graficamente, è stata abbinata contemporaneamente ai mappali contigui, duplicando pertanto la superficie che successivamente è stata richiesta a premio.

A partire dal 2017, secondo le indicazioni della comunità europea, si è passati dall’individuazione delle superfici esclusivamente catastale, a quella grafica, questo ha comportato una rielaborazione dei dati da parte di AGEA (vedi la Circolare Agea), conclusosi nel 2017, che ha portato a ridefinire le superfici di riferimento, eliminando i fenomeni di sovrapposizione sopra citati. Questa sovrapposizione non è stata riscontrata in fase di chiusura dei procedimenti di domanda unica relativi al 2015 e 2016, che pertanto sono stati chiusi senza che venissero riscontrate anomalie dovute a questo fenomeno. Successivamente si è provveduto alla sistemazione del GIS e alla correzione dell’overlapping, a seguito della quale OPR Lombardia ha effettuato i ricalcoli, individuando le aziende per le quali è stato corrisposto il premio due volte per la stessa superficie, provvedendo a recuperare le somme percepite indebitamente, senza peraltro applicazione di sanzioni. Autore: Studio Agribio

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI