LA COLDIRETTI SPARA SULL’ASSESSORE AMICO

Nota ufficiale sui ritardi del Psr piemontese e sulla necessità di definire le tempistiche di pagamento degli anticipi Pac

La Coldiretti spara sull’assessore amico. Non capita spesso, ma capita, che l’organizzazione di Moncalvo tiri le orecchie alla Regione Piemonte sul Psr per difendere i risicoltori: è successo ieri, quando i presidenti delle federazioni di Novara e Vercelli hanno preso carta e penna in difesa, come affermano, degli «oltre 116 mila ettari e 1800 aziende tra le province di Novara, Vercelli, Biella e Alessandria».  Sara Baudo, presidente di Coldiretti Novara Vco e Paolo Dellarole presidente di Coldiretti Vercelli e Biella con delega al settore risicolo sono preoccupati per i ritardi del Psr, già denunciati anche da Confagricoltura. «Riponiamo all’attenzione dell’assessore Giorgio Ferrero – scrivono – l’urgenza di poter accedere maggiormente ai fondi del Psr 2014-2020, alle misure strutturali d’insediamento giovani e a quelle rivolte all’agroambiente. E’ necessario inserire, nella stesura dei prossimi bandi, degli accorgimenti per cui anche le aziende, come quelle risicole, con una produzione standard notoriamente più alta, possano accedere e confrontarsi con tutte le altre imprese cerealicole piemontesi». Non ingannino i toni garbati: Ferrero è stato un dirigente della bonomiana e se la casa madre prende posizione pubblicamente sui ritardi, ciò ha un significato politico.

«Abbiamo ottenuto l’etichettatura d’origine grazie ad una battaglia che la nostra Organizzazione ha portato avanti da tempo – ricordano Delia Revelli, presidente Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale -. Ora serve che la Regione dia la giusta attenzione al comparto risicolo attivando le formule necessarie affinché le imprese possano accedere ai finanziamenti comunitari che consentono un rinnovamento generazionale, attivando quegli investimenti indispensabili per aumentare la competitività. A tal proposito, in questa situazione di crisi e con l’incertezza delle prossime quote di mercato, ricordiamo agli organi territoriali competenti la necessità di definire al più presto le tempistiche di pagamento degli anticipi Pac 2017: una boccata d’ossigeno per gli imprenditori del comparto riso».

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI