IL SEGRETO DELLA FIERA IN CAMPO

I numeri dimostrano che la kermesse vercellese è più unica che rara. Coppo spiega perché tutti ci vanno (VIDEO)

Salone del Mobile: 372mila visitatori. Motorbike Expo: 132mila. Borsa Internazionale del turismo: 50mila. Non c’è alcun dubbio, se si sanno fare i conti. Anche Fieragricola, che è di gran lunga il maggiore appuntamento fieristico del nostro settore arriva solo a 131mila visitatori. Se le grandi kermesse non sfondano, neanche quelle che possono contare su interi comparti produttivi, spesso in forte ripresa, i 20mila visitatori medi della Fiera in campo fanno della manifestazione vercellese un caso praticamente unico in Italia, e non solo. Si apre venerdì con l’anteprima – il convegno sulla risicoltura sotto scacco – a Caresanablot (Vercelli) e anche quest’anno si preannuncia un’edizione da record (scarica il PROGRAMMA). Organizzata, lo vogliamo sottolineare, da un gruppo di giovani agricoltori che si dedicano con passione a perpetuare anno dopo anno l’esposizione di tutto il meglio che c’è in risicoltura e a rendere possibile una tribuna aperta a tutti sui problemi che affliggono il settore. Il presidente dell’Anga di Vercelli e Biella Giovanni Coppo spiega in quest’intervista qual è il segreto della Fiera in Campo nell’era di internet.

 

 

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI