IL RISOTTO DEL VESCOVO

...

brambillaIl riso novarese sale in montagna, sulle vette della Valsesia, per un evento speciale, che si ripete ormai da anni: è la tradizionale ‘risottata’ in occasione della tradizionale giornata che a Rima San Giuseppe (foto grande) dedica, appunto, al riso sabato 23 agosto. La manifestazione promossa dalla Pro Loco di Rima si chiama ‘Risotto in Piazza’, informa la Coldiretti, che quest’anno sponsorizza l’evento rivelando che ci sarà uno chef d’eccezione: il vescovo Franco Giulio Brambilla (foto piccola), da sempre legato al paesino dell’alta Val Sermenza, dove anche quest’anno vi trascorre un periodo di riposo in occasione dell’estate. L’evento inizierà sabato poco dopo le 12 ed è aperto a tutti al prezzo popolare di 15 euro (fino a esaurimento di posti). “Ringraziamo la Pro Loco di Rima per aver accettato il dono del nostro riso – commenta il direttore della Coldiretti interprovinciale Gian Carlo Ramella – che, unito ai sapori della montagna, è importante simbolo di tradizione. Ancor più è un onore poter collaborare alla bella giornata in compagnia del nostro Vescovo, con cui il rapporto è saldo e costante”.  Il riso è stato offerto da Fabrizio Rizzotti, titolare della Cascina Fornace di Vespolate, che già collabora con istituzioni cristiane di beneficienza del territorio. Presieduta da Sergio Camerlenghi, l’Associazione Turistica Pro Loco di Rima è attivissima per proporre, ogni anno,  un gran numero di iniziative volte alla promozione del territorio: “E i sapori sono una componente importante, così pure come il punto di contatto che, nella nostra diocesi, accomuna la pianura del riso ai sapori delle vette alpine: e ‘Risotto in piazza’ ne è esempio. Ancora, va sottolineata l’unicità del risotto come importante prodotto bandiera della nostra tradizione e della cucina del nord Italia: due terzi della popolazione mondiale si nutre di riso, ma il risotto è davvero una nostra peculiarità italiana, che tutto il mondo ci invidia”.  Conclude il direttore Ramella: “Risotto in Piazza è una manifestazione utile a promuovere la conoscenza del ruolo importante del nostro riso. Un prodotto d’eccellenza che vive un momento difficile, per via delle massicce importazioni ‘a dazio zero’ di riso cambogiano. Grazie alla mobilitazione della Coldiretti, l’Italia ha portato sui tavoli dell’Unione europea la richista di adottare la clausola di salvaguardia per fermare l’import selvaggio e salvare il futuro del riso novarese e italiano: una battaglia che si gioca a livello politico, certo, ma che vede anche l’importanza di agire sul piano di conoscenza, informazione e promozione”. (21.08.14)

Categorie
Il PersonaggioRiso in cucina
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI