Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

IL CONCIME HA LA FEBBRE E IL MERCATO SI AMMALA

da | 26 Nov 2021 | NEWS

raccolto Cameriano (Novara)

L’impennata dei costi dei fertilizzanti minaccia di far salire i prezzi dei raccolti in tutto il mondo, dal mais statunitense al caffè brasiliano e al grano cinese: lo riporta il report settimanale The Rice, edito da Gaotrade. Il riso, una tra le colture che utilizza maggiormente i fertilizzanti, potrebbe affrontare alcuni dei maggiori rischi dall’aumento dei costi dei fattori produttivi agricoli. L’aumento dei prezzi del riso, un alimento base per più della metà della popolazione mondiale, potrebbe rappresentare una particolare minaccia per il sostentamento delle persone e per la stabilità politica di molti paesi. L’aumento delle spese per i fertilizzanti sarà probabilmente trasferito come aumento dei prezzi degli alimenti. Gli agricoltori potrebbero anche scegliere di ridurre l’uso di fertilizzanti, il che potrebbe abbassare i rendimenti e provocare una diminuzione della produzione.

Dopo il mais e il grano, il riso è il terzo maggior utilizzatore di fertilizzanti, rappresentando circa il 14% di tutto l’uso di fertilizzanti tra le colture globali. I prezzi dei fertilizzanti sono triplicati quest’anno, alimentati in parte dal forte aumento dei costi energetici in molti paesi. I prezzi dell’urea nel Midwest degli Stati Uniti sono triplicati nell’ultimo anno, mentre in Cina, che ha sospeso le esportazioni di alcuni principi attivi, i prezzi dei futures dell’urea al Zhengzhou Commodity Exchange sono aumentati del 43% su base annua. Finora, gli aumenti dei prezzi del riso sono stati contenuti rispetto ad altre materie prime. I raccolti forti e l’aumento della produzione nei principali paesi esportatori di riso, India e Thailandia, hanno contribuito a limitare gli aumenti dei prezzi del riso.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

* Campo obbligatorio