Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

IL BRASILE CI OSSERVA

da | 2 Gen 2014 | NEWS

get1Una delle caratteristiche meno note dei risicoltori è che sono ormai una comunità globale. Molti imprenditori risicoli emigrano ogni anno in cerca di nuovi campi meno costosi e più produttivi e taluni si insediano in altri Paesi, dove la risicoltura è già stata sviluppata da altri italiani, emigrati laggiù nei decenni scorsi. I loro discendenti sono molto interessati a quello che fanno gli agricoltori con il riso nella Pianura Padana. Si può dire, anzi, che grazie alla lunga storia scientifica che il riso italiano ha scritto dall’inizio del Novecento a oggi, il nostro Paese è ancora un punto di riferimento e malgrado la crisi è considerato leader, sia per produzione che per know how. Ce lo testimonia Getulio Guglielmi (nella foto piccola), agrotecnico dal 1983, titolare della Geagri che fornisce servizi agrotecnici dal 1991 ad Alegrete. Si trova nello stato brasiliano del Rio Grande do Sul, dove si concentra il 70% della produzione risicola nazionale, in gran parte controllata dai discendenti di emigranti italiani. Guglielmi progetta, vende e ripara macchine per la risicoltura e opera nella coltivazione del riso brasiliano ad alto livello. Il titolare di Geagri segue da tempo la risicoltura italiana, ultimamente attraverso internet, e non perché il riso italiano si venda in Brasile e costituisca quindi un temibile concorrente, ma semplicemente per approfondire le sue conoscenze e ricavarne stimoli, in quanto, ci racconta, “voi avete varietà nobili con un maggiore valore aggunto”. In Brasile il riso è coltivato, spiega, in rotazione con la soia e altri vegetali utilizzati soprattutto nella produzione energetica. “La rotazione ha un effetto benefico sulle colture e aiuta a mantenere un buon prezzo del cereale – ci dice -. per quanto anche da noi si investa più di prima sulle varietà nobili di riso”. Guglielmi aggiunge che quelli brasiliani sono soprattutto “risi selezionati dal governo, da organismi come Irga ed Embrapa. Coltiviamo anche alcuni ibridi americani. Il riso del Rio Grande do Sul rifornisce il mercato interno ma viene anche, in parte, esportato”. Come Getulio Guglielmi sono molti i risicoltori che diffondono l’esperienza italiana nel mondo in questo settore dell’agricoltura e www.risoitaliano.eu è disponibile a raccontarne le storie e le esperienze. Basta scrivere a direzione@risoitaliano.eu (02.01.14)

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

* Campo obbligatorio