Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

GRADUATORIE PIEMONTESI PER AGROAMBIENTALI

da | 24 Set 2018 | NEWS

La Regione Piemonte ha approvato le graduatorie per la misura 10 (Pagamenti agro-climatico-ambientali) della campagna 2018 del Psr relative alle domande delle operazioni/azioni 10.1.2, 10.1.4.1, 10.1.4.2, 10.1.4.3, 10.1.7, ai fini dell’ammissibilita’ al sostegno. Una determina molto attesa in quanto con il raccolto le operazioni di semina delle colture da sovescio e dei lavori in campo sono molto avanzate. La Regione ha deciso di approvare le graduatorie delle domande di sostegno 2018 della Misura 10 per operazione (o azione) suddivise nei sottoinsiemi “ammissibili e finanziabili” e “ammissibili e non finanziabili”, contenute negli allegati operazione 10.1.2 “Interventi a favore della biodiversità nelle risaie” (domande ammissibili e finanziabili dalla posizione 1 alla 39 fino all’occorrenza di 638.825,82 € per il primo anno, domande ammissibili e non finanziabili dalla posizione 40 alla 85; vedi All 1 grad Operazione 10.1.2_), operazione 10.1.4.1 “Conversione di seminativi in foraggere permanenti” vd All 2 grad Operazione 10.1.4 – Azione 1 (domande ammissibili e finanziabili dalla posizione 1 alla 384 fino all’occorrenza di 1.034.256,75 € per il primo anno), operazione 10.1.4.2 “Diversificazione colturale in aziende maidicole” (unica domanda ammissibile e finanziabile per l’importo di 1.173,89 € per il primo anno), operazione 10.1.4.3 “Inerbimenti multifunzionali ai bordi di seminativi” (domande ammissibili e finanziabili dalla posizione 1 alla 5 fino all’occorrenza di 8.244,42 € per il primo anno), operazione 10.1.7 “Gestione di elementi naturaliformi dell’agroecosistema”, vd All 5 Operazione 10.1.7 (con colonne aggiuntive) (1) ,comprensiva delle 3 azioni che la costituiscono: domande ammissibili e finanziabili dalla posizione 1 alla 17 fino all’occorrenza di 28.139,42 € per il primo anno. Le domande individuate come “ammissibili e finanziabili” potranno essere ammesse a finanziamento al termine delle verifiche istruttorie, compresi gli incroci del sistema integrato di gestione e controllo, a condizione che siano soddisfatti i necessari requisiti e rispettati gli impegni assunti. E’ ammesso ricorso entro 60 giorni innanzi al Tribunale amministrativo regionale, ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla data di piena conoscenza dell’atto.