L’INNOVAZIONE? LA PAGA IL FISCO

Pochi sanno che le spese sostenute per l'innovazione aziendale possono essere detassate

Dall’aratro in poi, l’agricoltura è innovazione e dal 2016 gli investimenti di chi innova sono pagati con le somme che dovreste versare con gli F24. Lo strumento è il credito d’imposta. Lo conferma l’Agenzia delle Entrate (Circolare 5/E/2016 paragrafo 1, pag.8: scarica la Circolare_5E_16_03_2016), secondo la quale possono beneficiare dell’agevolazione anche le imprese agricole che determinano il reddito agrario ai sensi dell’articolo 32 del Dpr 22 dicembre 1986, n° 917 (TUIR). In altre parole, tutte le aziende agricole che forniranno i dati relativi alle attività svolte nel 2017 ed avvieranno attività volte a innovare il loro processo produttivo nel prossimi 4 anni, possono partecipare a un programma di innovazione promosso da enti di ricerca pubblici e privati, che forniranno la consulenza necessaria sia sul piano progettuale che tributario e amministrativo, anche collaborando, ove richiesto, con i professionisti di fiducia delle aziende. Gli investimenti effettuati nell’ambito di tale programma saranno integralmente finanziati attraverso il recupero delle risorse destinate al pagamento degli F24. E’ stato calcolato che per aderire in modo efficiente a quest’iniziativa è necessario avere i seguenti requisiti:

3 dipendenti oppure 3 soci operativi;

versamenti F24 annui non inferiori a 15.000 euro, al netto di ulteriori crediti compensati.

A titolo esemplificativo, ricordiamo che possono essere oggetto di detassazione le attività di precision farming, innovazione del processo produttivo e della trasformazione del prodotto, vendita e internazionalizzazione, mitigazione dell’inquinamento, ecc. Per informazioni: direzione@risoitaliano.eu

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI