COME CAMBIARE BENEFICIARIO DEL PSR

Decreto della Regione Lombardia per definire la procedura. Opportuno attivarsi dall'inizio dell'anno nuovo
LA CRISI IN RISAIA Le risaie, un simbolo dell'eccellenza agricola in pianura padana, si stanno ritirando. Sono sempre meno e potrebbero calare ancora. L'allarme Š nei dati statistici che confermano su scala nazionale una riduzione anche nel 2012 degli ettari coltivati: 11mila in meno rispetto ad un anno fa. E Pavia, pilastro della produzione italiana su scala europea, Š una delle province pi— in sofferenza
Con un recente decreto la Regione Lombardia ha approvato le disposizioni per la presentazione delle domande di “cambio beneficiario” per le misure di PSR 2014- 2020 “a superficie”, tra le quali la Misura 10 (misure agroambientali), la Misura 11 (agricoltura biologica) e la Misura 8 (imboschimenti). Tali disposizioni stabiliscono i tempi e le procedure da rispettare nel caso un’azienda non sia più in grado di portare a termine l’impegno sottoscritto con la domanda di adesione e intenda cedere tali impegni ad un’azienda subentrante, la quale dovrà rispettare i requisiti previsti dalla normativa della Misura interessata. La richiesta di autorizzazione al cambio beneficiario deve essere presentata tramite un’apposita domanda a SISCO entro 30 giorni dalle condizioni che comportano la necessità dell’azienda cedente a cedere l’impegno, vale a dire entro 30 giorni da quando l’azienda cedente non ha più i requisiti oppure non è più nelle condizioni di rispettare gli impegni  sottoscritti. Considerando che la Regione avrà tempo 45 giorni per autorizzare il cambio beneficiario, è opportuno che tali procedure vengano attivate almeno 60 giorni prima della scadenza annuale del 15 maggio per la presentazione delle domande a superficie, fa notare Confagricoltura Milano, che si è attrezzata per rispondere alle esigenze degli agricoltori interessati a questa pratica.
Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI