CIRCOLARE AGEA SULL’ANTIMAFIA

L'agenzia conferma le indicazioni che avevamo dato nei giorni scorsi

Con la Circolare 4435 del 22 gennaio 2018 Agea affronta il tema dei nuovi adempimenti in materia di comuicazione ed informazione antimafia imposti ai detentori di terreni agricoli che richiedono fondi nell’ambito della PAC o dei PSR. Il documento conferma la ricostruzione dello studio Agribio per Risoitaliano. La circolare ripercorre infatti la sequenza di norme legislative che hanno caratterizzato l’ultimo periodo creando una vera “querelle”: dalla legge 161 del 17 ottobre 2017 che all’ art. 25 ha introdotto l’obbligo di documentazione antimafia per tutti i terreni agricoli che richiedono fondi europei indipendentemente dal loro ammontare, fino all’ art.1 comma 1142 della legge 205 del 27 dicembre 2017, che ha mitigato il rigidissimo ed insostenibile impianto originario esentando dall’obbligo le domande presentate entro il 18 novembre 2017 e modulando la nuova normativa con l’introduzione di una “franchigia” fino a 25mila euro per il 2018 e fino a 5mila euro dal 2019. La circolare specifica che gli importi da considerare sono quelli relativi alla singola domanda e non quelli complessivi per azienda; chiarisce inoltre che nel caso di domande pluriennali, come quelle di alcune misure PSR, l’importo da considerare è quello della domanda annuale in caso di misure “a superficie” (come ad esempio le agroambientali), mentre negli altri casi (ad esempio nel caso di piani di miglioramento strutturale) si dovrà considerare l’importo complessivo della domanda (scarica la Circolare Agea 4435). Nel seguente quadro è riassunta la normativa vigente.

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI