CHEMCHINA PRENDE TEMPO

Il gruppo cinese si riserva di estendere l'offerta su Syngenta finché saranno soddisfatte «tutte le condizioni»

syngentaE’ stato ulteriormente prolungato fino al 13 settembre il periodo per l’offerta di acquisto della multinazionale americano-svizzera Syngenta da parte di ChemChina, il gigante chimico cinese. Lo ha annunciato il gruppo cinese, che intende ancora completare la transazione entro la fine dell’anno. Il termine per il periodo iniziale è stato fissato al 23 giugno, poi è stato esteso una prima volta fino al 18 luglio. In una dichiarazione, la China National Chemical Corporation (ChemChina) ha confermato che si riserva il diritto di estendere la propria offerta fino a quando «tutte le condizioni saranno soddisfatte», soprattutto per quanto riguarda le approvazioni normative. Ai primi di febbraio, ChemChina ha presentato un’offerta di 43 miliardi di dollari, cioè 465 $ per azione e un dividendo straordinario di 5 franchi svizzeri, per acquisire Syngenta. L’anno scorso, Syngenta aveva per tre volte assolutamente negato i tentativi di acquisizione dal suo rivale statunitense Monsanto, per decidersi infine di accettare la proposta di ChemChina all’inizio di quest’anno. Alla fine di aprile, in occasione dell’assemblea generale del gruppo, il presidente di Syngenta Michel Demare ha incoraggiato i suoi azionisti di accettare l’offerta di ChemChina. L’operazione finora non ha incontrato ostacoli in Svizzera. Ha tuttavia sollevato perplessità in diversi senatori degli Stati Uniti, che hanno inviato una lettera alla fine di marzo il Segretario del tesoro Jack Lew. I membri della commissione per l’agricoltura, i quattro senatori, democratici e repubblicani, hanno chiesto di rivedere il progetto per identificare le «potenziali conseguenze negative per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti e del sistema alimentare degli Stati Uniti».

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI