C’E’ MERCATO PER L’INDICA (DOCUMENTI ENTE RISI)

Pubblichiamo la relazione integrale del direttore generale dell'Ente Risi Roberto Magnaghi

Ente Risi

I prezzi internazionali non torneranno ai livelli del 2013 ma è previsto un aumento del 5% entro il 2020, la produzione europea è in crescita, soprattutto quella di japonica (+24%) mentre cala l’indica (-16,5%), il bilancio di collocamento dell’Ente Risi evidenzia una flessione della disponibilità vendibile pari a 15mila tonnellate a fronte di un incremento dell’ettarato che ha visto il dimezzamento della superficie investita ad indica nel corso degli ultimi tre anni. Questo, mentre le importazioni aumentano (+42% dai Pma quest’anno) e le esportazioni europee di riso scendono del 27% mentre quelle italiane si attestano a -19%… Sono i dati della relazione presentata dal direttore generale dell’Ente Risi Roberto Magnaghi al convegno della Cia a Castel d’Agogna il 12 febbraio (http://www.risoitaliano.eu/lindustria-coltivate-piu-indica/), nel corso del quale l’Airi ha chiesto ai produttori di portare la superficie risicola nazionale a 250mila ettari così distribuiti: 75-80 mila ettari di denominazioni tipiche, 45-50 mila ettari di tipo Ribe, altri 60-70 mila ettari di tondo, e 60-65 mila ettari di Indica. Una richiesta accolta con una certa freddezza dai risicoltori, stanti le basse quotazioni dell’Indica, ma supportata dalle considerazioni tecniche dell’Ente Risi. Potete scaricare la relazione Magnaghi cliccando QUI. Altri dati si possono trovare nella Relazione Annuale dell’Ente Risi, che potete scaricare QUI. (17.02.2016)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI