BRUXELLES VUOL RIMETTERE I DAZI A MYANMAR

Confagricoltura sottolinea le conclusioni del consiglio del 10 dicembre e sollecita l'adozione della clausola di salvaguardia

Nelle sue conclusioni, il Consiglio Affari Esteri dell’Unione europea, il 10 dicembre ha espresso profonda preoccupazione per le violazioni dei diritti umani in Myanmar, sulla base di un rapporto redatto dal Consiglio dei diritti umani dell’ONU. Lo rende noto la Confagricoltura, ricordando che questa procedura è distinta da quella già in corso per l’applicazione della clausola di salvaguardia e il conseguente ripristino, per un periodo di tre anni, dei dazi sulle importazioni di riso Indica da Myanmar e Cambogia. Nelle conclusioni del Consiglio Affari Esteri si sottolinea che «il rispetto dei diritti umani e del lavoro è alla base delle concessioni commerciali accordate dall’UE». In assenza di miglioramenti della situazione, le concessioni potrebbero essere sospese. «Oggi rilanciamo la richiesta alla Commissione di adottare senza ingiustificati ritardi il regolamento per il ripristino dei dazi», ha dichiarato il presidente della Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, che già nei giorni scorsi ha indirizzato una lettera al presidente dell’Esecutivo UE Juncker, alla vicepresidente Mogherini e ai commissari Malmstrom e Hogan.

L’antefatto

Lo scorso mese di novembre, in una relazione dei servizi della Commissione UE è stato indicato che le importazioni agevolate di riso da Myanmar e Cambogia sono passate da 27 mila a 300 mila tonnellate nel periodo 2012-2017, determinando una situazione di gravi crisi dei risicoltori europei. Nello stesso periodo, infatti, le superfici investite nell’Unione si sono ridotte del 40 per cento. Il 4 dicembre, una proposta di regolamento per il ripristino dei dazi è stata sottoposta all’esame del Comitato “Sistema preferenze generalizzate”, a cui partecipano i rappresentanti della amministrazioni degli Stati membri. Nell’occasione, si è registrata quella che viene definita “l’assenza di parere”. Vale a dire, non è stata raggiunta né una maggioranza qualificata; né una minoranza di blocco. Sotto il profilo procedurale, la Commissione è abilitata a procedere al varo del regolamento. «Ed è esattamente quello che sollecitiamo a nome dei nostri risicoltori, che negli ultimi anni hanno subito una riduzione dei prezzi tra il 20 e il 40 per cento», ha concluso il presidente della Confagricoltura, ribandendo l’impegno nell’Organizzazione nelle dovute sedi affinché i dazi vengano ripristinati.

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI