Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

BOLLETTINI BRUSONE DAL 17 GIUGNO

da | 7 Giu 2019 | Tecnica

Dal 17 giugno riprende il monitoraggio del brusone nelle risaie piemontesi con Brumava, il progetto coordinato dall’Ente Risi e finanziato dalla Regione Piemonte. Il brusone, distinguibile nei due principali episodi infettivi del “brusone fogliare” (solitamente visibile a fine giugno-luglio) e del “mal del collo” (agosto), è un vero flagello per la risicoltura delle zone temperate ed è difficilissimo prevederne la comparsa e la diffusione, che possono tuttavia essere correlate a «inoculo infettivo aereo; condizioni meteorologiche; resistenza varietale; caratteristiche pedologiche e territoriali; pratiche agronomiche», spiegano gli esperti dell’Ente Risi. Grazie a Brumava, il risicoltore potrà leggere sulla pagina Facebook di Risoitaliano ogni lunedì e giovedì dal 17 al 12 giugno un bollettino (l’ultimo sarà emesso il 19 agosto) che riporterà i valori di rischio infezione da brusone suddivisi per zona di rilevamento. Ente Nazionale Risi lo diffonderà anche attraverso la sua app e un sms. Risoitaliano dedicherà come sempre anche degli approfondimenti e delle analisi sul sito. In questo modo, ogni risicoltore potrà decidere come e quando effettuare i trattamenti. Il monitoraggio si basa su una rete di captaspore e di campi sentinella dell’Ente Risi.

Il bollettino andrà letto così:

Rischio 0 – basso: condizioni scarsamente favorevoli all’insorgenza del brusone;

Rischio 1 – medio/basso: condizioni favorevoli all’insorgenza del brusone solo in presenza di un fattore predisponente (varietà sensibili, terreni leggeri, concimazioni abbondanti,..);

Rischio 2 – medio/alto: condizioni favorevoli all’insorgenza del brusone in presenza di più fattori predisponenti (varietà sensibili, terreni leggeri, concimazioni abbondanti,..);

Rischio 3 – alto: condizioni estremamente favorevoli all’insorgenza del brusone.

Le postazioni di monitoraggio sono le seguenti. In territorio vercellese: Olcenengo, San Giacomo V.se, Trino V.se

In territorio novarese: Terdobbiate, Nibbia, Cameriano.

SE VUOI LEGGERE I BOLLETTINI NON DIMENTICARE DI COLLEGARTI ALLA PAGINA FACEBOOK DI RISOITALIANO