BANDO PER LA SICUREZZA DEI LAVORATORI

FacebookGoogle+LinkedinTwitterWhatsAppPrintEmailNella seduta del 16 settembre 2015, il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza dell’Inail ha deciso di concedere alle imprese operanti nel settore agricolo degli appositi finanziamenti per il miglioramento...

logo-inailNella seduta del 16 settembre 2015, il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza dell’Inail ha deciso di concedere alle imprese operanti nel settore agricolo degli appositi finanziamenti per il miglioramento della salute e sicurezza dei lavoratori, attraverso un bando separato rispetto al tradizionale bando ISI destinato a tutti i settori. Il bando specifico per l’agricoltura sarà preventivamente notificato, per il tramite del Governo italiano, alla Commissione Europea affinché ne valuti la compatibilità con il mercato interno in conformità alle norme del trattato dell’Ue (articolo 107, paragrafo 3). L’esito positivo di tale procedura consentirà di superare i limiti del de minimis – per il settore agricolo, come noto, di molto inferiori a quelli vigenti negli altri settori produttivi (15.000 euro contro 200.000) – che fino ad oggi hanno disincentivato l’accesso da parte delle aziende agricole ai finanziamenti concessi dell’INAIL. Il CIV ha deliberato altresì di destinare al prossimo bando dell’agricoltura il 10% delle risorse complessivamente previste dall’INAIL per tale capitolo, pari a circa 25 milioni su un badget complessivo, per il 2015, di circa 250 milioni. La delibera, fortemente voluta da Confagricoltura, è stata adottata in accordo con il Ministero dell’agricoltura che si è impegnato, nei prossimi mesi, a sostenere politicamente la richiesta di autorizzazione alla Commissione europea e ad incrementare le risorse già stanziate dall’INAIL. L’esito della complessa procedura che dovrebbe portare all’emanazione del bando specifico per l’agricoltura, è previsto per i primi mesi del 2016. (24.09.2015)

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI