Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

«ARBITRIO DEL GOVERNO SUL RISO BIO»

da | 30 Nov 2017 | NEWS

falso bio

L’Associazione Assocertbio ha chiesto al Ministero un chiarimento in merito all’art. 3, comma 1 , del DM 3286/2016 – «il riso può succedere a se stesso per un massimo di tre cicli seguiti almeno da due cicli di colture principali di specie differenti, uno dei quali destinato a leguminosa»  – per sapere se, in previsione delle semine per il prossimo anno (2018), per poter coltivare riso biologico nell’anno 2018 occorra considerare gli avvicendamenti delle colture nel quadriennio precedente (2014 – 2017) , oppure se l’anno iniziale degli avvicendamenti coincida con l’anno di pubblicazione del DM 3286/2016. Ebbene, secondo il ministero, «indipendentemente dalla data di pubblicazione del citato DM 3286/2016 , la programmazione delle semine 2018 dovrà essere effettuata prendendo in considerazione il quadriennio precedente l’anno di semina (2014 – 2017)» in quanto «il Decreto Ministeriale 3286/2016 chiarisce  esclusivamente alcuni aspetti relativi alle colture da inserire nell’avvicendamento del riso , le cui regole di base sono già previste dal DM 18354/2009». La risposta del governo crea malessere nel settore biologico, che avrebbe “subito” la revisione del DM 18354/2009. Federbio che rimprovera al Ministero di gestire alcuni dossier senza coinvolgere i diretti interessati. Ne fa le spese anche il progetto Riso BioSystem (LEGGI L’ARTICOLO). Nello specifico, la federazione contesta al chiarimento del Mipaaf di essere «generico e arbitrario»: «l’indicazione data agli organismi di certificazione di considerare per la valutazione di conformità delle semine del prossimo anno nelle aziende risicole il quadriennio 2014 – 2017 appare del tutto generica e arbitraria, soprattutto se non distingue le aziende in funzione dell’inizio del periodo di conversione e il tipo di rotazione attuata», scrive il presidente Paolo Carnemolla, preannunciando azioni legali a tutela delle imprese. (SCARICA LA LETTERA FEDERBIO)

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio