Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

A CHI SPETTA IL CREDITO D’IMPOSTA?

credito imposta

Il credito d’imposta per l’aumento del costo dell’elettricità per le imprese non energivore (art. 3 DL n. 21/22 cosiddetto Decreto Ucraina convertito dalla Legge n. 51/2022) è pari al 15% delle spese sostenute per la componente energetica acquistata ed effettivamente utilizzata nel secondo trimestre 2022. Il contributo spetta nel caso sia installato un contatore con potenza pari o superiore a 16,5 KW e i costi per kW/h della componente energetica, calcolati sulla base della media del primo trimestre 2022 al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, abbiano subito un incremento del costo per kW/h superiore al 30% relativo al primo trimestre 2019. Il credito è utilizzabile in compensazione entro il 31.12.2022 ed eventualmente può essere ceduto per l’intero importo entro la stessa data.

Il credito d’imposta per l’aumento del costo del gas naturale per le imprese non gasivore (art. 4 DL n. 21/22) è pari al 25% delle spese sostenute per l’acquisto del gas naturale consumato nel secondo trimestre 2022. Il credito spetta nel caso in cui il prezzo del gas naturale, calcolato come media, riferita al primo trimestre 2022, dei prezzi di riferimento del Mercato Infragiornaliero (MI-GAS) pubblicati dal Gestore dei Mercati Energetici (GME), abbia subito un incremento superiore al 30% del corrispondente prezzo medio del primo trimestre 2019. Il credito può essere utilizzato in compensazione entro il 31.12.2022, ed eventualmente può essere ceduto per l’intero importo entro la stessa data.

Per la richiesta del Credito d’imposta Energia e GAS si precisa che ai sensi dell’art. 5 del DL n. 21/22, ai fini della fruizione dei contributi straordinari, sotto forma di credito d’imposta, di cui ai punti 3 e 4, ove l’impresa destinataria del contributo, nel secondo e terzo trimestre dell’anno 2022 si rifornisca di energia elettrica o di gas dallo stesso venditore da cui si riforniva nel secondo trimestre del 2019, il venditore entro 60 giorni dalla scadenza del periodo per il quale spetta il credito, invia al proprio cliente, su sua richiesta, una comunicazione nella quale è riportato il calcolo dell’incremento di costo della componente energetica e l’ammontare della detrazione spettante per il terzo trimestre 2022. (Fonte: Confagricoltura Piemonte)

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

* Campo obbligatorio