NOVITÀ: CREDITO D’IMPOSTA E SERBATOI

Ciò che prevede il Decreto rilancio per la ripresa post Covid 19

L’Italia si avvia verso la ripresa e il rilancio dell’economia dopo la crisi dovuta alla pandemia da Covid – 19. Gli agricoltori sono in prima linea e possono beneficiare di alcuni provvedimenti a loro favore. Di seguito abbiamo raccolto le novità più rilevanti per il settore agricolo introdotte dal Decreto Rilancio e dai nuovi provvedimenti nazionali e comunitari.

Credito d’imposta per gli agricoltori

Tra le misure di prevenzione legate all’emergenza epidemiologica da  Covid-19, il D.L. n. 34/2020, detto “Decreto Rilancio” prevede l’introduzione di un credito d’imposta per il 60% dell’ammontare mensile del canone di locazione, di leasing o di concessione di immobili ad uso non abitativo, inclusi quelli a destinazione agricola.

La misura è a favore dei soggetti che esercitano attività d’impresa senza aver conseguito ricavi o compensi superiori a 5 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del decreto legge. Le imprese agricole sono incluse tra i beneficiari sia nel caso determinino il reddito su base catastale, sia nel caso producano reddito d’impresa e, per i titolari di reddito agrario, il tetto dei 5 milioni va determinato considerando l’ammontare del fatturato relativo al medesimo periodo d’imposta.

Per il calcolo del calo del fatturato o dei corrispettivi si  deve  far  rifermento  alla data di fatturazione per le fatture immediate o alla data del corrispettivo, mentre per le fatture differite ci si riferisce alla data del DDT o equipollenti.

Il credito è adeguato al canone versato nel periodo d’imposta 2020 con riferimento ai mesi di  marzo, aprile e maggio, a condizione che si sia verificata una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 50% rispetto al periodo d’imposta precedente. Per quanto concerne le attività agrituristiche, il credito d’imposta prescinde invece dai ricavi registrati nell’anno d’imposta precedente.

Il credito d’imposta è stabilito: 

  • in misura del 60% per i canoni di locazione, di leasing  o  di  concessione  di immobili ad uso non abitativo destinati ad attività agricola.
  • in misura del 30% per i contratti di servizi a prestazioni complesse o di affitto d’azienda, comprensivi di almeno un immobile a uso non abitativo.

Il credito d’imposta è utilizzabile:

  • in compensazione, ai sensi dell’articolo 17 del D.Lgs. n. 241/97 (F24);
  • nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa, facendo riferimento alla dichiarazione relativa al periodo d’imposta in cui la spesa per il canone è stata sostenuta;
  • mediante cessione al locatore a titolo di pagamento del canone o al concedente o ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari; il credito è cedibile a decorrere dalla data in entrata in vigore del decreto legge e fino al 31 dicembre 2021. 

Si precisa che il credito non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte dirette e al valore della produzione ai fini IRAP, nonché ai fini del rapporto di deducibilità degli interessi passivi e dei componenti negativi. 

È inoltre cumulabile con gli aiuti previsti dai regolamenti de minimis o dai regolamenti di  esenzione.

Più aiuti per gli agricoltori: novità dal Parlamento UE

Il Parlamento europeo ha approvato l’incremento del sostegno agli agricoltori ed alle PMI agroalimentari per la ripresa, a partire dal fondo di sviluppo rurale dell’UE (FEASR). Gli Stati Membri potranno utilizzare i fondi comunitari rimanenti dai PSR al fine di garantire una compensazione forfettaria agli agricoltori, per un massimo di:

  • 7.000 euro per i singoli agricoltori, ovvero 2.000 euro in più rispetto a quanto proposto dalla Commissione europea.
  • 50.000 euro per le PMI agroalimentari

L’importo forfettario è pagabile entro il 30 giugno 2021 e le domande sono da approvare entro il 31 dicembre 2020.

L’importo per finanziare la misura di sostegno alla liquidità è stata portata al 2% della dotazione UE per i programmi di sviluppo rurale in ogni Stato membro, rispetto all’1% inizialmente proposto dalla Commissione UE.

 

Prestiti ISMEA: da 25 a 30.000 euro

Il “Decreto Liquidità” (legge 40/2020) ha apportato correttivi al sistema dei prestiti agevolati relativi al Fondo ISMEA:

  • il limite di 25.000 passa a 30.000 euro;
  • la durata si allunga da 6 a 10 anni;
  • l’ammontare del finanziamento può essere parametrato al 25% del fatturato o al doppio della spesa salariale;
  • la garanzia al 100% è concessa anche a beneficiari finali che presentano esposizioni classificate come inadempienze probabili o esposizioni scadute e/o sconfinanti deteriorate.

IRAP, saldo 2019
A partire dal periodo d’imposta 2016 è stata introdotta l’esclusione dall’IRAP per i soggetti che esercitano le attività agricole (ex art. 32 del TUIR), nonché nei confronti delle cooperative e loro consorzi, di cui all’art. 10 del DPR n. 601/73 e di quelle che forniscono servizi nel settore selvicolturale, restando comunque soggette al tributo con aliquota ordinaria del 3,9%, le attività di agriturismo, le attività rientranti nell’art. 56 bis del TUIR (produzione di vegetali su più piani produttivi, trasformazione e manipolazione prodotti di cui all’art. 2135, c. 3, c.c.) e quelle di produzione di energia da fonti rinnovabili agroforestali.

Serbatoi carburante agricolo: denuncia rinviata al 2021

È stata rinviata al 1 gennaio 2021 l’ entrata in vigore della norma che prevede la denuncia del deposito di carburante e l’obbligo di tenuta del registro di carico e scarico per le aziende agricole in possesso di apparecchi di distribuzione automatica di carburanti collegati a serbatoi di capacità superiore a 5 mc (art. 130, comma 2 dl 19 maggio 2020, n. 34).

Scadenze del mese di luglio

16 luglio: versamento IVA del mese precedente per i contribuenti con liquidazione mensile, versamento delle ritenute alla fonte sui redditi da lavoro dipendente e autonomo corrisposti nel mese precedente e corresponsione prima rata 2019 contributi INPS per Coltivatori diretti e IAP.

20 luglio: proroga dei termini dei versamenti in scadenza il 30 giugno al 20 luglio 2020, (IRPEF ed IVA), per i contribuenti soggetti agli ISA (Indicatori affidabilità fiscale). 

25 luglio: presentazione via telematica degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) per i soggetti mensili relativo al mese precedente e per i soggetti trimestrali relativo al II° trimestre 2019.

31 luglio: versamento imposte dichiarazione dei redditi 2018 (IRPEF, IRES, IRAP, IVIE, IVAFE).

Scadenze del mese di agosto

16 agosto: versamento IVA del mese precedente per i contribuenti con liquidazione mensile, versamento delle ritenute alla fonte sui redditi da lavoro dipendente e autonomo corrisposti nel mese precedente e versamento IVA relativo al II° trimestre 2019 per i contribuenti con liquidazione trimestrale. Autore: Milena Zarbà

Gli uffici territoriali sono regolarmente aperti per l’assistenza a tutti gli imprenditori agricoli nel rispetto delle norme sanitarie di prevenzione.

Di seguito si riportano alcuni riferimenti e contatti utili.

CIA

Pavia – 0382303915 – cia.pavia@cia.it

Novara – Sede Interprovinciale Novara Vercelli VCO – 0321626263 – novara@cia.it

Vercelli – Sede Provinciale (CAF) – 016154597

Milano – 0258111899 (CAF) – 0258111829

cia.milano@cia.it

Verona – Sede Provinciale – 045956468

segreteria@ciaverona.it

Ferrara – Sede Provinciale – 0532978550

fe.ferrara@cia.it

Rovigo – Sede Provinciale – 042521442

ciarovigo@ciarovigo.it

Casale Monferrato – Sede Zonale – 0142454617

al.casale@cia.it

CAF Alessandria – 0131236225

Oristano – Sede Provinciale – 0783763067

ciaor@tiscali.it

Grosseto – Sede Provinciale – 0564462257

ciagrosseto@cia.grosseto.it

Cosenza – Sede Provinciale – 098422902

COLDIRETTI

Pavia Sede provinciale -0382 518001
pavia@coldiretti.it

UOL Pavia – 0382518181

Novara-VCO – 0321.674211

Vercelli – 0161261600

Patronato Epaca – 0161261615/0161261614

epaca.vc@coldiretti.it

Milano – 025829871

Ufficio Epaca 0258298726

epaca.mi@coldiretti.it

Ufficio CAF 0258298730

milano@coldiretti.it

Abbiategrasso – 0258298500

Codogno – 0258298520

Concorezzo – 0258298840

Cuggiono – 0258298540

Lodi – 0258298722

Melegnano e Melzo – 0258298820

Verona – 0458678211

verona@coldiretti.it

Ferrara – 0532979711

ferrara@coldiretti.it

Rovigo – 0425201820

rovigo@coldiretti.it

Casale Monferrato – 0142452840
014272741

Oristano – 078331421

oristano@coldiretti.it

Grosseto – 0564438911

grosseto@coldiretti.it

federazione.gr@pec.coldiretti.it

Cosenza – 0961775233

calabria@coldiretti.itt

CONFAGRICOLTURA

Pavia
03823854111
pavia@confagricoltura.it

segreteria.upapv@confagricoltura.it

Novara – 0321620787

novara@confagricoltura.it

confagricolturanovara@pec.it

Vercelli – 0161250831

vercelli@confagricoltura.it

Verona – 0458628811

info@agricoltoriverona.it

Ferrara -0532979111

ferrara@confagricoltura.it

confagricoltura.ferrara@legalmail.it

Casale Monferrato – Sede Centrale Alessandria – (0131) 43151-43152
info@confagricolturalessandria.it

confagricoltura.alessandria@legalmail.it

Recapiti Zona Casale – casale@confagricolturalessandria.it

Oristano – 0783210499
segreteria@confagricolturaoristano.it

direzione@confagricolturaoristano.it

Grosseto 0564438601

Cosenza 098426133

Milano e Lodi

025820701
025820702-3-4
0258302218

Uffici di Zona Milano e Lodi
milano@confagricoltura.it

lodi@confagricolturamilo.it

codogno2@confagricolturamilo.it

melegnano@confagricolturamilo.it

abbiategrasso@confagricolturamilo.it

Uffici CAA Milano e Lodi
caa.sedeprovinciale@confagricolturamilo.it

caa.abbiategrasso@confagricolturamilo.it

caa.milano@confagricolturamilo.it

caa.codogno@confagricolturamilo.it

caa.melegnano@confagricolturamilo.it

Fatturazione Elettronica Milano e Lodi
fatturazione.milano@confagricolturamilo.it

fatturazione.abbiategrasso@confagricolturamilo.it

fatturazione.codogno@confagricolturamilo.it

fatturazione.lodi@confagricolturamilo.it

fatturazione.melegnano@confagricolturamilo.it

ENTE RISI

Sede Centrale Milano
028855111

info@enterisi.it

PEC: entenazionalerisi@cert.enterisi.it

Centro Ricerche sul Riso – Castello d’Agogna (PV)
038425601

crr.info@enterisi.it

CentroRicercheRiso@cert.enterisi.it

Centro Operativo – Vercelli
0161257031

richieste@enterisi.it

centro.operativo@cert.enterisi.it

Sezione di Ferrara – Codigoro (FE)
0533/713092

sez.ferrara@enterisi.it

Ufficio di Isola della Scala (VR)
0456630486

uff.mantova@enterisi.it

Ufficio di Oristano
078378641

uff.oristano@enterisi.it

Sezione di Novara
0321629895

sez.novara@enterisi.it

Sezione di Pavia
038224651

sez.pavia@enterisi.it

Ufficio di Mortara c/o Centro Ricerce sul Riso
03842560204

uff.mortara@enterisi.it

Sezione di Vercelli
0161/257031

sez.vercelli@enterisi.it

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI