L'INCHINO A VERCELLI

FacebookLinkedinTwitterWhatsAppPrintEmail  Nei giorni scorsi gli abitanti della periferia sud di Vercelli hanno assistito alle evoluzioni di un elicottero impegnato a spargere una misteriosa sostanza sulle risaie. Pronto, un cronista...

 

Piazza Cavour, nel centro di VercelliNei giorni scorsi gli abitanti della periferia sud di Vercelli hanno assistito alle evoluzioni di un elicottero impegnato a spargere una misteriosa sostanza sulle risaie. Pronto, un cronista ha documentato sulla pagina facebook di Vercelli Oggi il fattaccio, rievocando nientemeno che Apocalypse Now e auspicando il divieto assoluto di coltivare riso a ridosso delle case. “l’elicottero (attorno alle 9,30) volteggia sopra la pizzeria Tiffany  spruzza sulla testa dei passanti non sappiamo cosa (ma data la stagione non è difficile immaginarlo) e qualcosa che è poi difficile rimuovere – ad esempio – dalle lenti degli occhiali… magari poi diranno (come talvolta abbiamo sentito dire) che stavano solo spruzzando miliardi di piccolissime larve di un animaletto il quale, divorato dalle larve delle zanzare, le parassita mangiandosele a sua volta dall’interno fino a provocarne la morte… ma anche se fosse quell’animaletto microscopico ad avere inzaccherato chi passava di lì, la cosa non piacerebbe lo stesso… Proprio ora quando i risicoltori cercano solidarietà nell’opinione pubblica sostenendo che il riso prodotto in Cambogia sia meno buono di quello coltivato dalle nostre parti, episodi come questo (forse) sono autogol come nemmeno sarebbero stati capaci di fare Riccardo Ferri o Franco Baresi”. Paralleli calcistici a parte, si tratta effettivamente del “trattamento” contro le zanzare che vengono combattute con la tossina prodotta dal Bacillus Thuringiensis, la stessa prodotta dal mais OGM nel quale è stato introdotto il gene del Bacillus Thuringiensis responsabile della produzione della tossina, la quale scioglie la chitina, componente di base dell’esoscheletro degli insetti. Evidentemente, tale sostanza non fa male all’uomo (che ha superato da tempo la fase evolutiva dell’esoscheletro). Sicuramente, questi “voli” non hanno nulla a che fare con la risicoltura. Altrettanto sicuramente, svolazzare a pochi metri dalle case è imprudente e più d’un tecnico ha espresso dei dubbi sulle traiettorie di questi elicotteri e sulla loro efficacia nel trattare appezzamenti completi. Per questo è stato consigliato di installare un GPS sugli elicotteri, che tenesse traccia dei percorsi eseguiti e della qualità del lavoro. Non avviene, in quanto regolarmente gli appalti per questo servizio vanno deserti e si deve procedere a trattativa privata (con ribasso). Ai vercellesi “colpiti” dall’elicottero possiamo solo aggiungere, per quel che abbiamo saputo, che far volare gli elicotteri così vicino a loro può servire solo a “rassicurare” l’opinione pubblica che il servizio è realmente eseguito. Una sorta di “inchino” alla città, che sicuramente sarebbe meglio evitare. Concordia docet. (21.07.14)

 

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI