LE FILIPPINE ALLENTERANNO LE RESTRIZIONI ALL’IMPORT

Si pensa a una misura drastica per contrastare l'inflazione ma gli agricoltori sono contrari

L’inflazione nelle Filippine a maggio ha raggiunto un nuovo record da cinque anni: il presidente populista Rodrigo Duterte sta quindi verificando la possibilità di allentare le restrizioni alle importazioni di riso per ridurre i prezzi, una mossa a cui si oppongono gli agricoltori. L’inflazione ha toccato il 4,6% a maggio, il livello più alto da almeno cinque anni, portando i prezzi medi ad un aumento del 2-4%. Nestor Espenilla, il governatore della banca centrale del paese, ha dichiarato che l’inflazione, in generale, è in aumento, nonostante sia scesa al di sotto delle aspettative. Il Segretario al bilancio Benjamin Diokno ha affrontato temi legati all’inflazione: «Sappiamo che stiamo attraversando un periodo difficile», ha detto Diokno, il quale ha affermato che il Congresso deve accelerare l’emanazione di una legge che dovrebbe allentare le attuali severe restrizioni sulle importazioni di riso. Le restrizioni all’importazione sono state messe per proteggere gli agricoltori locali. Gli economisti governativi hanno ribadito che il disegno di legge ridurrebbe l’inflazione di 0,4 punti percentuali, se sarà approvata nel terzo trimestre di quest’anno.

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI