Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

IL RISO VIETNAMITA SI DIFENDE BENE

Export
L’area totale del raccolto di riso in Vietnam nel 2021/22 è scesa a 7.300.000 ettari. La produzione prevista è di 27 milioni di tonnellate (riso lavorato circa lo stesso dell’anno scorso). La previsione considera gli sforzi per regolare il programma di semina per prevenire gli effetti della siccità e dell’intrusione di salinità.

LE ESPORTAZIONI DEL VIETNAM

Le esportazioni di riso del Vietnam nel 2020/21 hanno dovuto affrontare i prezzi non competitivi delle varietà di riso bianco, i blocchi COVID-19 che hanno colpito la catena di approvvigionamento nazionale da luglio a settembre, e i prolungati vincoli logistici internazionali. Tra questi ultimi la carenza di container e gli alti costi dei noli marittimi.
Ciò nonostante, le esportazioni nel periodo gennaio-novembre 2021 sono aumentate dell’1% rispetto all’anno precedente, con maggiori esportazioni verso le Filippine, la Cina, il Ghana e l’Australia. Esportazioni che hanno compensato la minore domanda da Malesia, Costa d’Avorio e Indonesia.

FOCUS SULLE FILIPPINE

Le esportazioni verso le Filippine sono aumentate maggiormente tra i mercati principali, del 19%, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. A partire dall’ultima settimana di novembre, il governo filippino ha preso provvedimenti per limitare temporaneamente le importazioni di riso, ritenendo che il buon raccolto locale avrebbe garantito a un’offerta sufficiente. Questo ha portato a una minore domanda di nuovi contratti dalle Filippine e gli esportatori vietnamiti sono ora principalmente concentrati sull’esecuzione dei vecchi contratti, secondo quanto riferito dai contatti commerciali. Questo sviluppo ha immediatamente messo sotto pressione i prezzi del riso bianco vietnamita, con prezzi più bassi nella prima settimana di dicembre.

EFFETTI DEI COSTI DI TRASPORTO

Alcuni contatti hanno notato che la nuova domanda dai paesi africani ha recentemente rallentato a causa dell’alto costo del trasporto marittimo. Questa minore domanda è stata compensata da una maggiore domanda dalla Cina in occasione del Nuovo Anno Lunare. Per far fronte al costo crescente dei noli dei container, alcuni esportatori sono passati dai container alle spedizioni spot, dato che i costi dei noli spot sono aumentati ad un ritmo più lento. Le esportazioni a Cuba nei primi dieci mesi del 2020/21 sono state più alte rispetto all’anno precedente, compresa una donazione di 12 mila tonnellate da parte del governo del Vietnam. Con l’attuale ritmo delle esportazioni, la sua stima per le esportazioni del Vietnam 2020/21 fino a 6,3 milioni di tonnellate, superiore al dato ufficiale indicato dell’Usda, il Dipartimento di Stato americano per l’agricoltura.

LE IMPORTAZIONI DEL VIETNAM

Per quanto riguarda le importazioni, sulla base dei dati doganali del Vietnam, nei primi dieci mesi del 2021 sono aumentate significativamente rispetto all’anno precedente. Le importazioni dalla Cambogia e dall’India hanno rappresentato il 98% del totale. Il Vietnam ha importato principalmente risone dalla Cambogia e riso lavorato e rotture di riso per uso alimentare, trasformazione alimentare e produzione di birra dall’India. La stima delle importazioni totali per il 20/21 era di 1,6 milioni di tonnellate.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio