Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

IL RISO PORTOGHESE CRESCE DEL 7%

Semina interrata asciutta-Giotto Droni
Cresce la produzione di riso portoghese: l’Ine, l’Istituto di statistica portoghese, prevede che la produzione di riso nel 2021 raggiungerà le 173 mila tonnellate. Si tratta del 7% al di sopra della media dell’ultimo quinquennio, corrispondente a un aumento del 30%, dovuto principalmente all’aumento della superficie coltivata. La presenza di infestanti e funghi nelle risaie è stata osservata anche in tutte le principali regioni di produzione, con un prevedibile impatto negativo sulle rese.

RISO PORTOGHESE A PRODUZIONE VARIABILE

Nel Baixo Mondego le rese sono state inferiori all’anno precedente, principalmente a causa della mancanza di luce e calore in estate. A ciò si aggiunge la comparsa incontrollata del brusone e l’alto grado di infestazione del miglio.

Nel Ribatejo, i livelli di luce erano più alti e, nonostante la forte presenza di infestanti, le rese medie sono aumentate del 30%. Al contrario, in Alentejo, l’aumento della produzione è stato essenzialmente sostenuto dall’aumento della superficie seminata, con il riutilizzo di circa 3 mila ettari di creste nella Vale do Sado. Qui, a causa di lavori di riqualificazione delle infrastrutture di irrigazione che le alimentavano, non avevano potuto essere sfruttate nel 2020. In Portogallo prevale il riso Japonica.  L’Ine, l’istituto di statistica portoghese, stima infatti che l’86% del riso seminato in Portogallo nel 2021 fosse del tipo lungo A Japonica e il 10% del tipo lungo B Indica.

IL VALORE DEL RISO PORTOGHESE

Nella settimana in esame, che precede il 18 febbraio la campagna di commercializzazione del riso è continuata nella Valle del Tago e nell’area di mercato di Sorraia. La campagna è stata considerata conclusa nella Valle del Sado e di Mira. Nell’area di mercato del Tejo e della Valle di Sorraia, il mercato ha continuato a presentare una domanda elevata per un’offerta medio-bassa. Rispetto alla settimana scorsa, non c’è stato alcun cambiamento nei valori delle quotazioni. I prezzi minimi e massimi per il riso Longo A variavano tra 320 €/t e 350 €/t e per il riso Longo B il prezzo più frequente era 340 €/t

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

* Campo obbligatorio