Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

«IL FUTURO DEL RISO È BIO»

da | 16 Ott 2021 | NEWS

Riso biologico e integrale come parte di una dieta sana: i consumatori europei sono sempre più consapevoli della necessità di una dieta sana. Lo sottolinea il rapporto settimanale, edito da Gaotrade. The Rice, che riporta una sintesi della situazione del consumo e delle tendenze del mercato risicolo, rivolto ai principali paesi esportatori in EU e Regno Unito.

Consumo di riso integrale

Il riso integrale viene consumato in tutta Europa come un’alternativa più sana al riso bianco lavorato, poiché la crusca di riso contiene importanti minerali, vitamine e fibre. La maggior parte dei paesi dell’Unione sostiene l’importanza del consumo di cereali integrali o presenta delle linee guida dietetiche che vanno in questa direzione.

I paesi che hanno la più alta assunzione di riso integrale sono la Germania (130g/giorno), i Paesi Bassi (86g/giorno), la Svezia (79g/giorno), la Danimarca (73g/giorno) e la Finlandia (71g/giorno). Il riso nero (ricco di antiossidanti, vitamina E e ferro) e il riso rosso (ricco di fibre e antiossidanti) sono tra i risi pigmentati più consumati. Il riso selvaggio è una varietà di nicchia con un contenuto proteico relativamente alto. Il riso parboiled è disponibile anche come riso istantaneo e per la sua migliore conservazione delle vitamine. Nel segmento degli alimenti per la salute, l’obiettivo principale dei paesi esportatori è fornire un prodotto puro e senza pesticidi.

Questo significa spesso soddisfare standard di qualità più elevati di quelli imposti dalle norme legali. I residui di agrofarmaci sono un motivo fondamentale per cui i consumatori scelgono di acquistare riso biologico, che sta guadagnando quote di mercato. Secondo i dati ufficiali l’Unione Europea ha importato 170-180.000 tonnellate di riso biologico nel 2018-2019-2020, il che significa che l’11% del riso importato era certificato biologico.

La vendita al dettaglio

Vendite al dettaglio di riso biologico in milioni di euro – 2019

Francia 11,3 milioni di euro

Germania 12,0 milioni di euro

Italia 3,6 milioni di euro

Regno Unito 2,6 milioni di euro

Olanda 1,2 milioni di euro

Belgio 0,8 milioni di euro

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

* Campo obbligatorio