Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

IL FISCO CAMBIA PER IL REDDITO DOMINICALE

prestiti conduzione agevolata
Il 10 marzo la Società Agraria di Lombardia ha proposto un interessante seminario (realizzato con la collaborazione del Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali e del Dipartimento di Scienza Agrarie ed Ambientali dell’Università degli Studi di Milano) sulle novità fiscali in agricoltura. Relatrice Alessandra Caputo dello Studio Associato Tosoni.

ESENZIONE PER I REDDITI IRPEF E DOMINICALI AGRARI

La legge di bilancio 2022 conferma l’esenzione IRPEF per i redditi dominicali e agrari. Si stabilisce infatti che, con riferimento all’anno d’imposta 2022, non concorrano alla formazione della base imponibile ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, i redditi dominicali e agrari relativi a terreni dichiarati dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola. Tale disposizione si applicherà anche ai familiari coadiuvanti del coltivatore diretto che, ai sensi dell’ articolo 1, comma 705, L. 145/2018,  sono fiscalmente equiparati ai titolari dell’impresa agricola cui partecipano attivamente.

L’esenzione da Irpef spetta alle persone fisiche e ai soci delle società semplici. Non ne usufruiscono i soci di società agricole costituite con denominazione Snc, Sas e Srl trasparenti che hanno optato per la tassazione catastale.

Infine, a partire dal 2022  è stata soppressa l’aliquota IRPEF del 41%. Vi sono state inoltre alcune riduzioni (i) l’aliquota del 27%  è passata al 25% (ii) e quella del 38%è passata al 35% ricomprendendovi i redditi fino a 50.000 euro, mentre i redditi sopra i 50.000 euro vengono tassati al 43%. Autore: Elettra Bandi
 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio