GIAPPONE ASSEDIATO DAL RISO LOW COST

Prezzi nazionali in aumento, le importazioni sbarcano nei supermercati a prezzi stracciati

I prezzi del riso nazionale sono in aumento in Giappone, spingendo i consumatori verso varietà straniere, meno costose, ma le cui importazioni sono ancora strettamente regolamentate. Ma dato che più supermercati e ristoranti offrono riso straniero a basso costo, i produttori stranieri si attendono ora un’apertura del mercato. 
Alla fine di marzo, l’operatore del supermercato Seiyu ha iniziato a vendere riso australiano per la prima volta in cinque anni, reclamizzando il prezzo particolarmente conveniente. Un sacco da 4 kg costa 1,180 yen ($ 10,79), il 20% in meno rispetto alla popolare varietà Nanatsuboshi giapponese. Seiyu offre la varietà australiana in tutti i suoi 144 negozi nella regione di Kanto e in altre parti del paese. Il Giappone ha protetto a lungo i suoi coltivatori di riso limitando le importazioni. Ma dopo le politiche che hanno ridotto la superficie del riso per quasi 50 anni fino al 2017 e incoraggiato la crescita del riso per mangimi . sottolinea Asian Nikkei, la produzione annuale di riso nazionale per il consumo diretto è scesa dell’11% negli ultimi cinque anni, a 7,3 milioni di tonnellate. Questo ha spinto verso l’alto le quotazioni per il terzo anno consecutivo, con prezzi al dettaglio cresciute di circa il 10% rispetto allo scorso anno. Seiyu ha lavorato con gli importatori Sumitomo Corp. e il grossista di riso Yamatane sui prezzi per l’importazione australiana. «Non c’erano marchi di riso giapponese per 300 yen o meno al chilogrammo, e il riso australiano soddisfaceva la richiesta di Seiyu«, ha affermato il presidente di Yamatane, Motohiro Yamazaki.

I produttori di riso stranieri vedono il balzo dei prezzi come un’opportunità per spingere ad una maggiore apertura e fare pressione sul Giappone per accettare più importazioni. All’inizio di aprile, l’ambasciatore australiano in Giappone, Richard Court ha parlato con i distributori di riso giapponesi, delineando la storia delle varietà australiane e affermando che alcune di esse sono simili a quelle giapponesi. La partnership Trans-Pacific firmata a marzo consente all’Australia di esportare fino a 8.400 tonnellate di riso in Giappone ogni anno. Il riso importato dovrebbe entrare direttamente sul mercato. Nel frattempo, la decisione degli Stati Uniti di recedere dal TPP sotto l’amministrazione del presidente Donald Trump ha deluso i coltivatori di riso americani. Il patto commerciale avrebbe permesso loro di esportare fino a 70.000 tonnellate in Giappone. Nel 2016, il Rappresentante commerciale degli Stati Uniti ha dichiarato che i vantaggi del TPP per il mercato dei cereali degli Stati Uniti provenivano principalmente dal Giappone. Nel 1993, il Giappone fu costretto ad aprire il suo mercato del riso e ora importa fino a 770.000 tonnellate all’anno con un sistema di quote di accesso minimo, con riso per consumo diretto limitato a 100.000 tonnellate. Le restanti importazioni sono destinate agli alimenti trasformati o all’alimentazione animale.

Complessivamente, il 60% del riso da tavola importato proviene dagli Stati Uniti, il 30% dall’Australia e il resto da altri paesi. Il riso importato per il consumo diretto rappresenta solo l’1% circa del consumo totale del Giappone. Ma i recenti aumenti dei prezzi hanno causato la richiesta di importazioni di raggiungere il limite di 100.000 tonnellate per la prima volta in cinque anni durante l’asta di riso per il 2017. L’operatore di fast food Yoshinoya Holdings ha iniziato a utilizzare il riso negli Stati Uniti presso i suoi ristoranti circa un anno fa. Le catene di ristoranti Kourakuen Holdings e Saint Marc Holdings hanno anche iniziato a servire il riso degli Stati Uniti, e la Federazione dei risicoltori americani sta cercando di fare lo stesso con gli operatori dei ristoranti di sushi. Diversi tipi di riso di alta qualità, che costano circa 3.000 yen per 5 kg, sono sul mercato da anni, ma con i salari reali in Giappone che nel 2017 hanno segnato il loro primo declino annuale in due anni, i consumatori stanno diventando più attenti ai prezzi. Molte famiglie preferiscono spendere meno di 2.000 yen per lo stesso acquisto.

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI