FERRARIS: VOGLIAMO 28 VOTI PER LA CLAUSOLA

Il Copa Cogeca chiede agli Stati membri di appoggiare la richiesta della Commissione europea e dei Paesi risicoli
Giuseppe Ferraris

Si serrano le fila in vista del voto del 4 dicembre. Dopo l’Ente Risi, le confederazioni agricole italiane ed europee, ora il Copa Cogeca, su richiesta del presidente del gruppo riso Giuseppe Ferraris alza la voce per chiedere ai governi degli Stati membri dell’Ue di dare il via libera all’adozione della clausola di salvaguardia contro le importazioni di riso dalla Cambogia e dal Myanmar. In queste ore, sta aumentando il pressing diplomatico e il governo italiano ha la maggiore responsabilità nel tessere le fila dell’operazione. In particolare il Mise, perché il dossier riguarda direttamente l’industria e indirettamente l’agricoltura. Giuseppe Ferraris (foto grande) ieri ha commentato: «La Commissione europea ha fatto un buon lavoro con l’inchiesta di salvaguardia, il cui risultato conferma le nostre preoccupazioni.Pertanto, esortiamo gli Stati membri a votare a favore dell’entrata in vigore della clausola di salvaguardia durante il comitato SPG del 4 dicembre». (Scarica il documento del Copa Cogeca).

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI