Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

EURO TSA FA TRIS IN FIERA

da | 27 Feb 2019 | Tecnica

A Fiera in Campo, abitualmente, si presentano anche i nuovi prodotti. Così è stato per Euro Tsa che ha scelto Rice mob. «Siamo un azienda leader nel mercato dei fertilizzanti liquidi, che annualmente investe il 4% del fatturato in Ricerca & Sviluppo con i più importati centri di ricerca» ha spiegato Marco Betti, Responsabile Tecnico di Euro TSA, illustrando tre tipologie di prodotto funzionali alla risicoltura: «al momento della semina, l’obbiettivo principale è quello di avere un letto di semina privo di erbe infestanti e assicurare un rapido effetto starter. Euro TSA, per soddisfare al meglio questa esigenza, propone una strategia vincente due cavalli di razza della sua scuderia: CLEANCLASTER e LINEA MICROSEED”. CLEANCLASTER è un coadiuvante per erbicidi sistemici a base di Magnesio Fosfonato 36.6% (=478.2 g/l – Autorizzazione del Ministero della Salute n. 16208 del 12.01.2018) da utilizzare in miscela con i prodotti a base di Glifosate e Glufosinate ammonio che permette di ridurre sino al 50% le dosi ripotate in etichetta. Tale prodotto permette di: migliorare la traslocazione di glifosate e glufosinate ammonio in senso basipeto e acropeto; aumentare l’efficacia dell’erbicida nei confronti delle infestanti di difficile controllo quali Malva, Oxalis, Gramigna, Ortica, Convolvolo ecc… anche in presenza di infestanti molto sviluppate; migliorare la prontezza d’azione erbicida anche a basse temperature; acidificare la soluzione. Maggior rispetto dell’ambiente grazie ad una minore emissione di sostanza attiva, grazie a questo prodotto che, tra qualche mese dovrebbe ricevere l’estensione d’impiego a tutti gli erbicidi di post emergenza»

«Il risparmio economico é evidente. I risicoltori chiedono sempre più prodotti che possano migliorare le performances degli erbicidi e farne baipassare le resistenze ma, soprattutto che abbiano sempre un occhio di riguardo per le acquee la coltura», continua Betti. L’effetto starter (sinergia tra Ossigeno, Azoto, Fosforo, e Zinco) è invece ottenuto impiegando i nuovi concimi microgranulari appartenenti alla LINEA MICROSEED. Ci concentriamo in particolare su un prodotto della linea, mirato al comparto risicolo, ovvero MICROSEED AIR O2: trattasi di un concime microgranulare che grazie alla presenza di un particolare perossido è in grado di liberare gradualmente ossigeno una volta venuto a contatto con l’umidità del suolo, creando attorno al seme e all’apparato radicale una bolla d’aria. È stato appositamente sviluppato per ridurre i fenomeni d’asfissia, compattamento del suolo e ristagno idrico. Tale fenomeno è assai frequente in presenza di terreni argillosi, intensità di piogge elevata, falda freatica alta e volumi d’adacquamento elevati». (segue)

NATURAL FORCE è invece un concentrato proteico fluido, completamente di origine vegetale, ottenuto da idrolisi enzimatica a carico di frutta e cereali autorizzato in agricoltura biologica. Rispetto agli idrolizzati proteici d’origine animale, ha detto Betti a Fiera in Campo, «questo prodotto non è soggetto a limitazione d’impiego, in quanto può essere applicato anche parti edibili della pianta. L’energia presente in Natural Force proviene dall’altissima concentrazione di amminoacidi e proteine vegetali facilmente metabolizzabili. Oltre a tali componenti, è caratterizzato dalla presenza di: Azoto (3,2%): elemento indispensabile per la sintesi proteica; Fosforo (3,9%) indispensabile per la sintesi dell’ Atp (fonte energetica) e dei fosfolipidi, molecole fondamentali per conferire struttura alle membrane cellulari; Potassio (3,2%): elemento fondamentale per l’accumulo zuccherino nei frutti; Carbonio organico (˃10%): elemento indispensabile per garantire la sintesi di scheletri carboniosi. I vantaggi che ne derivano sono numerosi, cerchiamo ora di elencare quelli più diretti: riduce i consumi energetici da parte della pianta grazie la presenza di amminoacidi levogiri; migliora il superamento della pianta alle condizioni di stress grazie alla presenza di Prolina; stimola lo sviluppo radicale e vegetativo della coltura e regola le funzioni ormonali della pianta grazie alla grazie all’apporto di proteine, peptidi e amminoacidi precursori della sintesi ormonale. Sotto il profilo formulativo, NATURAL FORCE si caratterizza da una ridotta salinità, caratteristica che ne determina un ampia adattabilità in tutti i tipi di suoli, un’ottima miscibilità con tutti i formulati ed un pH acido compreso tra 3,5 e 4,5 con azione acidificante nei confronti della soluzione. Può essere applicato sia in fertirrigazione alla dose di 30-50 l/ha sia per via fogliare alla dose di 3 l/ha a partire dalla prefioritura con almeno tre interventi ogni 7-10 giorni». Autore: Martina Fasani

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

* Campo obbligatorio