ENTE RISI: UNA VALANGA DI RISO DALL’ASIA

Importazioni record di Myanmar e Cambogia in tutte le tipologie

Quello appena emesso dall’Ente Risi è un vero bollettino di guerra: «Nell’ambito del Comitato di Gestione del 31 ottobre – informa una nota – la Commissione europea ha presentato la situazione del mercato nella quale risulta che la campagna di commercializzazione 2018/2019 si è chiusa con: un dato record dell’import UE pari a 1.462.550 tonnellate di riso, base lavorato; un dato record dell’import UE di riso di tipo Japonica pari a 210.516 tonnellate, base riso lavorato, (di cui il 39% proveniente dal Myanmar che risulta essere di gran lunga il primo fornitore per questa tipologia di riso) con un incremento del 50% rispetto alla campagna precedente; un dato record dell’import UE in piccole confezioni (confezioni fino a 5 kg e confezioni tra 5 a 20 kg) pari a 433.836 tonnellate, con un incremento complessivo del 40% rispetto alla campagna precedente (+6% per le confezioni fino a 5 kg e +50% per le confezioni comprese tra i 5 e i 20 kg); la Cambogia che si conferma primo fornitore di riso in confezioni comprese tra i 5 e i 20 kg coprendo il 30% del totale».

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI