DL RILANCIO PER AGRICOLTORI

Contributi e scadenze per la ripresa

È INIZIATA LA RIPRESA: COSA CAMBIA PER GLI AGRICOLTORI

Dopo l’emergenza Coronavirus, il DL Rilancio, varato dal governo per la fase 2, è di estrema importanza per l’uscita del Paese dal lockdown e per la ripresa economica.

Abbiamo raccolto, di seguito, i provvedimenti e le novità più interessanti per i risicoltori.

Contributo a fondo perduto per gli agricoltori: domande fino al 24 agosto

L’articolo 25 del Decreto Rilancio (art. 25 del D.L. n. 34/2020) prevede il riconoscimento un contributo a fondo perduto a favore dei soggetti esercenti attività d’impresa e di lavoro autonomo e di reddito agrario, in qualunque forma societaria, compreso chi integra la produzione con attività agricole complementari o chi svolge altre attività oltre quella agricola, purché sia titolare di partita IVA agricola fino a 7mila euro, inclusi gli agricoltori in regime cosiddetto di esonero. Il contributo a fondo perduto spetta a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019: è infatti richiesto di dimostrare una riduzione di almeno il 33% del fatturato nel mese di aprile 2020 rispetto al mese di aprile 2019.  Il contributo viene commisurato all’ammontare della perdita applicando a tale somma una percentuale che varia dal 20% al 10%, per un importo riconosciuto che va da un minimo di 1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 euro per le imprese.

In particolare, il contributo è calcolato applicando i seguenti coefficienti:

  • 20%per ricavi 2019 non superiori a 400.000 euro;
  • 15% per ricavi 2019 compresi tra 400.001 e 1.000.000 di euro;
  • 10% per ricavi 2019 compresi tra 1.000.001 e 5.000.000 di euro.

Nel caso in cui il soggetto richiedente abbia avviato la propria attività a partire dal 1° gennaio 2019 il contributo spetta allora a prescindere dalla dimostrazione del calo del fatturato. Inoltre, i soggetti con domicilio fiscale o sede operativa situati nel territorio di Comuni colpiti da eventi calamitosi ancora in emergenza al 31 gennaio 2020, possono accedere al bonus anche in assenza del requisito del calo di fatturato. Non possono invece accedere al bonus i soggetti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria, gli intermediari finanziari e le società di partecipazione e i soggetti che fruiscono del bonus professionisti e del bonus lavoratori dello spettacolo introdotti dal Decreto Cura Italia e gli enti pubblici.

Per determinare i ricavi o i compensi relativi al 2019 è possibile fare riferimento al volume d’affari della dichiarazione IVA 2020 (rigo “VE50”). Per contributi superiori a 150.000 euro va presentata dichiarazione sostitutiva per l’antimafia. 

Per ottenere il bonus è necessario compilare la domanda per via telematica all’Agenzia delle Entrate, direttamente o attraverso intermediari fiscali.

Vanno inoltre rilevati contabilmente tutti i dati di fatturato attivo del mese di aprile 2020 in particolar modo le fatture di vendita elettroniche/fatture GSE/corrispettivi aprile 2020 sia cartacei che telematici con riepilogo dell’azienda.

C’è tempo fino al 24 agosto. 

Sospensione versamenti contributivi

È prevista la sospensione del pagamento dei contributi previdenziali INPS relativi al periodo dall’8 marzo al 31 marzo 2020, nonché per i contributi in scadenza fra il 1° aprile ed il 31 maggio 2020. 

Di seguito le prossime scadenze per i versamenti contributivi:

  • Operai agricoli: 16 giugno 2020, per la contribuzione relativa alle retribuzioni erogate nel 4° trimestre 2019 e 16 settembre 2020, per la contribuzione relativa alle retribuzioni erogate nel 1° trimestre 2020;
  • Lavoratori autonomi IAP e CD: 16 luglio 2020, per il versamento della prima rata dei contributi del corrente anno.

Riduzione del cuneo fiscale
La Legge 2 aprile 2020 n. 21, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 90 del 4 aprile 2020), recante “Misure urgenti per la riduzione della pressione fiscale sul lavoro dipendente” disciplina la riduzione del cuneo fiscale per redditi fino ai 40.000 euro. Dal 1° luglio, le misure attraverso le quali si realizza la riduzione del cuneo fiscale saranno un trattamento integrativo al reddito e un’ulteriore detrazione fiscale: i lavoratori dipendenti pubblici e privati con redditi fino a 26.600 euro che già percepiscono il “Bonus Renzi” di 80 euro mensili riceveranno un aumento di 20 euro al mese in busta paga; chi invece, percepisce un reddito dai 26.600 euro ai 28.000 euro riceverà un incremento di 100 euro in busta paga.

Rimodulazione oneri detraibili in base al reddito
La Legge di Bilancio 2020 stabilisce una rimodulazione degli oneri detraibili di cui all’art. 15 del TUIR: per i contribuenti con un reddito complessivo non oltre i 120mila euro, la detrazione spetta per intero, mentre per i contribuenti con reddito complessivo superiore a 120.000 euro, la detrazione spetta in misura pari al rapporto tra 240.000 euro (meno il reddito complessivo) e 120.000 euro. 

 

Revocato il bando ISI Inail 2019: attesa per l’apertura del nuovo bando 2020

Entro il 30 giugno l’INAIL comunicherà le date di avvio delle nuove misure di finanziamento, dopo che il Bando di finanziamento ISI 2019 era stato revocato e le risorse destinate alla messa in opera del nuovo bando per la prevenzione del rischio Covid – 19 e per la sicurezza nei luoghi di lavoro. Le risorse del bando 2019 non subiranno variazioni e saranno accessibili attraverso apposito bando ISI agricoltura, che metterà a disposizione sia le risorse 2019 che quelle dell’anno corrente, per un ammontare totale di 65 milioni di euro.

Limitazioni all’utilizzo dell’uso del contante dal 01 luglio 2020

La Legge di Bilancio 2020 ha stabilito nuove limitazioni all’uso del contante, ai fini del contrasto dell’evasione fiscale e a favore di strumenti di pagamento tracciabili: fino al 30 giugno è in vigore il limite di € 3.000,00, mentre, a partire dal 1° luglio 

2020 e fino al 31 dicembre 2021 il limite massimo di utilizzo contante scenderà ad € 2000,00 per poi essere ulteriormente ribassato ad € 1000,00 nell’anno 2021. 

POS – credito di imposta commissioni bancarie

Come da Provvedimento dell’Agenzia Entrate del 29 aprile 2020, il credito di imposta riconosciuto agli esercenti in possesso di POS è pari al 30% (solo per ditte con volume di affari sino ad € 400.000,00) delle commissioni addebitate dalle banche, per le transazioni effettuate dal 01 luglio 2020 con pagamento da parte dei clienti mediante carte di credito, di debito o prepagate. 

Denuncia UMA entro il 30 giugno

Ricordiamo che il 30 giugno scade il termine per la presentazione delle Denuncia dei consumi di carburante agricolo agevolato. La verifica della denuncia prevede l’indicazione dei quantitativi utilizzati per gli impieghi dichiarati e le rimanenze al 31/12/2019, nonché le lavorazioni eseguite in azienda dalle imprese agromeccaniche indicandone le generalità.

Altre scadenze entro il 30 giugno 

Il 30 giugno scadono anche i termini per:

  • Versamento canone demaniali per le derivazioni delle acque pubbliche
  • Versamento imposte dichiarazione dei redditi 2018 (IRPEF, IRES, IRAP, IVIE, IVAFE)
  • Presentazione dichiarazione IMU/TASI per variazioni possesso/detenzione immobili anno 2018

Giovani agricoltori: esonero dai contributi 

Come stabilito dalla Legge di Bilancio 2020, IAP e dei CD di età inferiore a 40 anni che si iscrivono alla previdenza agricola nel corso dell’anno 2020 possono beneficiare dell’esonero contributivo pari al 100% della contribuzione relativa all’assicurazione generale obbligatoria (AGO) per invalidità, vecchiaia e superstiti (IVS), nonché del relativo contributo addizionale, per un periodo di 24 mesi dall’inizio dell’attività. L’esonero non è cumulabile con altre agevolazioni. 

I richiedenti devono presentare istanza di ammissione all’incentivo in modalità telematica attraverso il modello CD/IAP 2020, entro 120 giorni dalla data di comunicazione di inizio attività. Autore: Milena Zarbà

Uffici

Si ricorda che gli sportelli territoriali degli uffici che interessano la risicoltura sono aperti per l’assistenza a tutti gli imprenditori agricoli nel rispetto delle norme sanitarie di prevenzione. Di seguito si riportano alcuni riferimenti utili per contattare gli uffici delle associazioni agricole.

CIA

Pavia – 0382303915 – cia.pavia@cia.it

Novara – Sede Interprovinciale Novara Vercelli VCO – 0321626263 – novara@cia.it, d.botti@cia.it,  g.fallarini@cia.it, 

p.bergamaschi@cia.it

Verbania

d.botti@cia.it

Ossola

e.vesci@cia.it

Vercelli – Sede Provinciale (CAF) – 016154597

monti.giovanni@liberatemi.itp.bona@cia.itf.sironi@cia.ita.rosso@cia.it; 

Borgomanero – g.fioramonti@cia.it;  a.barbaglia@cia.it

Milano – 0258111899 (CAF) – 0258111829

cia.milano@cia.it

Verona – Sede Provinciale – 045956468

segreteria@ciaverona.it

Sede Zonale

0458202888

Ferrara – Sede Provinciale – 0532978550

fe.ferrara@cia.it

Rovigo – Sede Provinciale – 042521442

ciarovigo@ciarovigo.it

Casale Monferrato – Sede Zonale – 0142454617

al.casale@cia.it

CAF Alessandria – 0131236225

Cigliano (VC)

m.ferraro@cia.it;

m.tarello@cia.it

Oristano – Sede Provinciale – 0783763067

ciaor@tiscali.it

Grosseto – Sede Provinciale – 0564462257

ciagrosseto@cia.grosseto.it

Cosenza – Sede Provinciale – 098422902

COLDIRETTI

Pavia Sede provinciale -0382 518001
pavia@coldiretti.it

UOL Pavia – 0382518181
mario.campari@coldiretti.it

Novara-VCO – 0321.674211

Vercelli – 0161261600

mario.martinetti@coldiretti.it

Patronato Epaca – 0161261615/0161261614

epaca.vc@coldiretti.it

Milano – 025829871

Ufficio Epaca 0258298726

epaca.mi@coldiretti.it

Ufficio CAF 0258298730

milano@coldiretti.it

Abbiategrasso – 0258298500

enzo.locatelli@coldiretti.it

Codogno – 0258298520

paolo.butera@coldiretti.it

Concorezzo – 0258298840

sergio.meroni@coldiretti.it

Cuggiono – 0258298540

ivana.pisoni@coldiretti.it

Lodi – 0258298722

lucaangelo.coldani@coldiretti.it

Patronato Epaca Lodi

chiara.papa@coldiretti.it

Melegnano e Melzo – 0258298820

giancarlo.piparo@coldiretti.it

Verona – 0458678211

verona@coldiretti.it

Ferrara – 0532979711

ferrara@coldiretti.it

Rovigo – 0425201820

rovigo@coldiretti.it

Casale Monferrato – 0142452840
014272741

Oristano – 078331421

oristano@coldiretti.it

Grosseto – 0564438911

grosseto@coldiretti.it

federazione.gr@pec.coldiretti.it;

Cosenza – 0961775233

calabria@coldiretti.it

CONFAGRICOLTURA

Pavia
03823854111
pavia@confagricoltura.it

segreteria.upapv@confagricoltura.it

Novara

0321620787

novara@confagricoltura.it

confagricolturanovara@pec.it

Vercelli – 0161250831

vercelli@confagricoltura.it

Verona – 0458628811

info@agricoltoriverona.it

Ferrara -0532979111

ferrara@confagricoltura.it

confagricoltura.ferrara@legalmail.it

Rovigo – Variazione orario dalle ore 8,30 alle ore 14,00;

Sede: http://www.confagricolturaro.it/confagricoltura-rovigo/uffici/

Uffici di zona: http://www.confagricolturaro.it/confagricoltura-rovigo/le-sedi-di-zona/

Casale Monferrato – Sede Centrale Alessandria – (0131) 43151-43152
info@confagricolturalessandria.it
confagricoltura.alessandria@legalmail.it

Recapiti Zona Casale – casale@confagricolturalessandria.it

Oristano – 0783210499
segreteria@confagricolturaoristano.it

direzione@confagricolturaoristano.it

Grosseto 0564438601

Cosenza 098426133

Milano e Lodi

025820701
025820702-3-4
0258302218

Uffici di Zona Milano e Lodi
milano@confagricoltura.it
lodi@confagricolturamilo.it
codogno2@confagricolturamilo.it
melegnano@confagricolturamilo.it
abbiategrasso@confagricolturamilo.it

Segretari di Zona Milano e Lodi
cele.locatelli@confagricolturamilo.it
roberto.peviani@confagricolturamilo.it
italo.boffelli@confagricolturamilo.it
raffaele.lodise@confagricolturamilo.it
vitale.corvini@confagricolturamilo.it

Uffici CAA Milano e Lodi
caa.sedeprovinciale@confagricolturamilo.it
caa.abbiategrasso@confagricolturamilo.it
caa.milano@confagricolturamilo.it
caa.codogno@confagricolturamilo.it
caa.melegnano@confagricolturamilo.it

Fatturazione Elettronica Milano e Lodi
fatturazione.milano@confagricolturamilo.it
fatturazione.abbiategrasso@confagricolturamilo.it
fatturazione.codogno@confagricolturamilo.it
fatturazione.lodi@confagricolturamilo.it
fatturazione.melegnano@confagricolturamilo.it

Funzionari Milano e Lodi
ugo.inzaghi@confagricolturamilo.it
gabriele.caspiati@confagricolturamilo.it
laura.cerri@confagricolturamilo.it
francesco.borra@confagricolturamilo.it
mario.meriggi@confagricolturamilo.it
info@confagricolturamilo.it

Direzione Milano e Lodi
luigi.curti@confagricolturamilo.it

Segreteria Milano e Lodi
enrica.tedesco@confagricolturamilo.it

ENTE RISI

Sede Centrale Milano
028855111

info@enterisi.it
PEC: entenazionalerisi@cert.enterisi.it

Centro Ricerche sul Riso – Castello d’Agogna (PV)
038425601

crr.info@enterisi.it

CentroRicercheRiso@cert.enterisi.it

Centro Operativo – Vercelli
0161257031

richieste@enterisi.it

centro.operativo@cert.enterisi.it

Sezione di Ferrara – Codigoro (FE)
0533/713092

sez.ferrara@enterisi.it

Ufficio di Isola della Scala (VR)
0456630486

uff.mantova@enterisi.it

Ufficio di Oristano
078378641

uff.oristano@enterisi.it

Sezione di Novara
0321629895

sez.novara@enterisi.it

Sezione di Pavia
038224651

sez.pavia@enterisi.it

Ufficio di Mortara c/o Centro Ricerce sul Riso
03842560204

uff.mortara@enterisi.it

Sezione di Vercelli
0161/257031

sez.vercelli@enterisi.it

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI