Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

COSA FARE IN CASO DI INFORTUNIO SUL LAVORO

da | 10 Mag 2018 | Norme e tributi, Uncategorized

In caso di infortunio sul lavoro, al lavoratore, al datore di lavoro e al medico, competono adempimenti riassumibili come segue. LAVORATORE: a) informare immediatamente il datore di lavoro di qualsiasi infortunio occorsogli, anche se di lieve entità, fornendo il n° identificativo del certificato medico, la data di rilascio e i giorni di prognosi indicati nel certificato stesso; b) sottoporsi alle cure mediche e chirurgiche ritenute necessarie dall’INAIL; in mancanza il lavoratore perde il diritto ad ogni prestazione economica; c) rendersi reperibile, come nel caso di malattia, in determinate fasce orarie. DATORE DI LAVORO: a) effettuare la denuncia telematica all’INAIL, entro 2 giorni da quello di ricezione del certificato medico, ovvero entro 24 ore in caso di morte o di pericolo di morte; la denuncia deve essere corredata soltanto dei riferimenti al certificato già trasmesso telematicamente all’INAIL dal medico o dalla struttura competente al rilascio; la sede INAIL competente è quella nel cui ambito territoriale l’assicurato ha il proprio domicilio; b) provvedere ai soccorsi d’urgenza e al trasporto dell’infortunato; c) consentire l’accesso in azienda agli ispettori. MEDICO: a) visitare il lavoratore infortunato e rilasciare il relativo certificato, indicante il n° identificativo, la data di emissione, i giorni di prognosi, il giorno e l’ora dell’infortunio, le cause e circostanze, la natura e la precisa sede anatomica della lesione; b) trasmettere detto certificato all’INAIL in via telematica entro le ore 24 del giorno successivo all’intervento di prima assistenza. Autore: Luciano Pellegrini

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

* Campo obbligatorio